Articoli

10 segnali che sei una snob della sala pesi

Della serie in palestra se ne vedono di tutti i colori, ti sarò capitato di imbatterti sicuramente anche nel classico soggetto definito “snob della sala pesi”.

Aspetta un attimo, forse potresti essere proprio tu. Come fare a saperlo?

Lilybod Sports Bra – Source Instagram – clicca per acquistare

Se ti riconosci in questi 10 atteggiamenti sei una snob della sala pesi.

Ti rifiuti di farti vedere senza l’ultimo modello firmato di cuffie bluetooth. In che modo altrimenti potresti ignorare i comuni mortali che intralciano il tuo allenamento^

Stessa cosa vale per l’activewear. E anche per l’intimo.

E ovviamente puoi allenarti sono in Converse, perchè è quello che i veri lifters fanno. Chiaramente le hai in tutti i coloro per abbinarle a qualsiasi tipo di activewear.

Legging Lilybod Mali Ultra Jet – clicca per acquistare – Source Instagram

Lasci i pesi esattamente dove si trovano. Mettere in ordine non è un compito per te.

Se qualcuno ti chiede di alternarsi alla panca, lo fai attendere con fare dubbioso, finché capisce di dover smaammare.

Non ti fai problemi ad elargire perle di saggezza, non richieste. Non hai nessuna certificazione, ma ti alleni da sempre quindi è la stessa cosa.

Gli altri vorrebbero avvicinarsi per usufruire dell’attrezzatura vicino a te, ma ti manca pochissimo per fare il selfie perfetto.

Lilybod leggings – clicca per acquistare

Tendi a monopolizzare gli attrezzi più gettonati, in nome del tuo allenamento superset. E’ evidente che alterni gli esercizi ogni 10 minuti, gli altri possono aspettare.

Ti accerti sempre di essere in un punto ben preciso della sala, per poterti specchiare meglio. Del resto ammirare i propri progressi ti rende più motivata.

E visto che lavori sodo per avere il corpo che hai, il tuo abbigliamento sportivo si restringe continuamente. La regola della “maglietta obbligatoria” chiaramente si applica solo per coloro che non sono strafighi come te.



Dalla palestra al lavoro: ecco i look per i tuoi capelli

,

Se riesci a trascinarti fuori dal letto abbastanza presto, una sessione mattiniera di workout e sudore è il modo perfetto per le tue endorfine di darti la carica per tutta la giornata!
Ma, quante volte hai saltato una lezione di yoga o una session di corsa perché subito dopo avevi un incontro di lavoro e non volevi avere i capelli post-allenamento?
Certo, puoi lavarli in palestra, ma portarsi dietro spazzole, phon e prodotti vari è già una fatica in sé e per sé. La palestra poi, affollata e umida, non è il posto ideale per ottenere la tua piega migliore.

Per questo la guru dei capelli Lacy Redway ha creato 2 look adatti al tapis roulant e al post-cardio per scappare a lavoro senza dover cambiare nulla. Pronto a giocare con i tuoi capelli?

Coda di cavallo 2.0

Coda di cavallo 2.0

Coda di cavallo 2.0
La coda di cavallo è un pilastro dell’allenamento per un motivo: è facile. Ma, questo non vuol dire che non abbia bisogno di un aggiornamento serio. Per fortuna, la Redway ha una splendida torsione ( in senso letterale e figurato) sul classico che è altrettanto facile ed economica in termini di tempo.

Parti dal centro dei capelli andando in giù,  in modo da dividere la testa in 2 sezioni. Ruota ogni sezione su se stessa verso la base del collo. Usa un pettine a coda di topo, come nell’immagine, per aiutarti a rotolare i capelli su se stessi e assicurarti che siano stretti e perfetti. Quando hai fatto, fai scivolare semplicemente il pettine fuori e fissa i capelli con un elastico.

Coda di cavallo 2.0 - risultato finale

Coda di cavallo 2.0 – risultato finale

Una volta che hai legato, unisci entrambe le sezioni tirandole verso il centro e fissale con un altro elastico. Per un look completo, avvolgi una piccola parte di capelli attorno l’elastico per nasconderlo.

Coda di cavallo 2.0 - in giro per la città

Coda di cavallo 2.0 – in giro per la città

Ora, la coda di cavallo ha raggiunto il suo scopo – non farti andare i capelli sul viso – ma in modo molto più raffinato. Una volta che hai finito con la palestra, la coda passerà indenne tutta la tua giornata lavorativa.

Twisted sister - risultato finale

Twisted sister – risultato finale

Twisted Sister
Se le trecce sono un po’ troppo per l’outfit da ufficio, noi ti suggeriamo uno chignon intrecciato. La bellezza del look è nella sua semplicità – anche alle più maldestre di noi riusciranno a fare questa pettinatura.

Twisted sister - step 1

Twisted sister – step 1

Passa una mousse leggera tra le ciocche – soprattutto se hai molte vertigini. Quindi, tira i capelli in due code di cavallo basse sulla nuca del collo.

Twisted sister - Step 2

Twisted sister – Step 2

Twisted sisters - Zoom risultato finale

Twisted sisters – Zoom risultato finale

Poi, ruota le 2 sezioni (una per volta) su se stesse. I due “twist” avranno un aspetto diverso a seconda del di capello.  Ma, alla fine, i twist inizieranno a ruotare su se stessi . Una volta che i capelli sono arrotolati fissali con delle forcine. Quando ripeti il procedimento sulla seconda sezione, assicurati di infilare la parte finale della codina all’interno dei twist, per un look più completo e pulito.

Se desideri una tenuta extra mentre lavora, spruzza la lacca prima di andare in palestra o dopo per un ritocco post-sudore.

Twisted sister - in giro per la città

Twisted sister – in giro per la città

Certo, sembra complicato, ma è davvero un gioco da ragazzi. Chiunque può fare uno chignon, ma questo twisted style è una versione molto più glamour. Si abbina perfettamente a un tailleur pantalone allo stesso modo di leggings e felpe.

 

Source: refinery29



10 personaggi che incontri in palestra

,

10 personaggi che incontri in palestra. La palestra si sa è una rappresentazione in miniatura della società. Puoi interfacciarti con diverse tipologie di personaggi, ma questi che ti stiamo elencando, sarà capitato ad ognuno di noi di incontrali almeno una volta!

Iscriviti alla newsletter e ottieni il 15% di sconto sul primo acquisto e la spedizione gratuita

 

10 personaggi che incontri in palestra

Il ragazzo scolpito nella pietra. Riescono ad alzare pesi delle dimensioni di una persona solo per allenare i bicipiti. Vederlo allenarsi ti terrorizza e ti affascina nello stesso momento.
Il ragazzo che indossa i jeans. Fa molto anni ’80 e oggi forse un po’ più raro da vedere in giro, ma a chi di voi non è capitato di vederne uno? Certo che veniva da chiedersi “come cavolo fa?”
Il selfie-sta senza vergogna
Uomo o donna, è indifferente. Fare qualche foto qua è la post allenamento, ci può stare, ma quando l’unico muscolo che ti fa male è quello del braccio perennemente steso per tentare il cogliere il selfie della vita, sai bene che c’è un problema.
selfie in palestra
Lo pseudo maniaco. Succcede spesso quando fai lo squat. Puoi vederlo di riflesso nel specchio. Che noia!
La fanatica del cardio. Passa dal tappeto, all’ellittica alla cyclette senza sosta. Ogni giorno. Suda da far paura, e cerca di evitare il più possibile i pesi. Ti accorgerai della sua presenza in palestra, dall’oscillare della sua coda.
L’urlatore
Pompato a mille, con la musica a tutto volume nelle orecchie di sicuro non si intimidisce nel dover dimostrare a tutti quanto duramente sta lavorando su quelle gambe!
L’uomo fitness class dalle mosse “sexy” 
Senz’altro il glute bridge è nella top ten degli esercizi imbarazzanti, ma i risultati ottenuti ne valgono la pena. Tuttavia c’è sempre qualcuno che mette della malizia nell’eseguire l’esercizio, aggiungendo qualche suono strano o movimenti degli occhi dal chiaro riferimento sessuale. Ok, va bene impegnarsi durante l’esercizio, ma a volte si esagera…

Atleta: Adele Vicinanza

Il cazzeggiatore da stretching 
C’è chi va in palestra senza alcun tipo di motivazioni. Li vedi lì nell’angolo dedicato allo stretching occupare un mat senza un particolare obiettivo alternando piccole mosse a messaggi al cellulare.
Il cazzeggiatore da sala 
Dopo aver fatto finta di aver eseguito un riscaldamento di 10 minuti sull’ellittica, li vedi saltare di panca in panca alterando un set a lunghe pause a messaggi al cellulare.
La ragazza che ci da dentro
Molti uomini impallidiscono al suo cospetto. Esegue squat con pesi pari al doppio del suo peso corporeo. Rispetto e ammirazione.



5 falsi miti sulla cellulite ai quali non dovresti più credere

E’ un dato di fatto: il 90% delle done ha la cellulite. In forme diverse, magari, chi più chi meno, ma siamo tutte sulla stessa barca! In termini pratici ognuno trova la soluzione che meglio si adatta al proprio caso, ma una cosa è certe è sempre bene informarsi e capire quali sono i falsi miti sulla cellulite che crediamo certezza.

Approfitta del weekend con le offerte più sensazionali!

Mito: Solo le persone in sovrappeso hanno la cellulite. Mai affermazione fu più sbagliata. La cellulite (il grasso che si accumula sotto la pelle e appare sotto forma di bozzi perchè spinge contro il tessuto connettivo, causando una cedimento dell’area superiore) è un noia per tutte. Essere in sovrappeso magari la fa apparire più evidente, così come l’invecchiamento, i fattori genetici, le fluttuazioni di peso e anche i danni causati dal sole. Può succedere a donne di tutte le taglie e forme.

Mito: Perdete peso fa si che la cellulite scompaia. Come abbiamo sottolineato prima le oscillazioni di peso favoriscono la presenza di cellulite, e perdere peso può addirittura sottolinearne la presenza, a seconda di come lo si perde. Le diete lampo ad esempio non sono sane di per se, ma hanno l’effetto di sottolineare ancora di più la cellulite dal momento che la perdita repentina di peso fa si che la pelle perda di elasticità.

squat3

 

Mito: Cardio rappresenta la soluzione per la cellulite. Prima di tutto, si fare attività fisica fa si che la i tessuti sotto la pelle scesa si rinforzino. Ma non succede esattamente su un tappeto. Dovresti realmente inserire delle sessioni di rinforzamento con pesi per livellare la pelle a livello muscolare.

Mito: Le creme rassodanti ti aiutano a sbarazzarti definitivamente della cellulite. Rispetto a ciò che viene detto, che puoi credere o che a volte viene riportato sulle etichette, non esiste nessun tipo di prova scientifica che dimostri che le creme sia da banco che prescritte ti aiutino a sbarazzarti in maniera definitiva della cellulite. Alcuni prodotti, specialmente quelli che contengono reticolo, possono ridurre in maniera temporanea il problema, ma nel lungo termine ancora non c’è nessun prodotto all’orizzonte.

Terez French Bomber – clicca per acquistare

Mito: La liposuzione rende il problema meno visibile. Non solo è costosa è dolorosa, mala liposuzione potrebbe aggravare il problema della cellulite, visto che si interferisce con la distribuzione del grasso, che può creare buchi dove prima non esistevano. Cerca invece di rimanere fedele all’attività fisica, e fai pace sul fatto che la cellulite semplicemente esiste, letteralmente, su tutte.

Source: Shape.com



Serata con gli amici: ecco 5 cocktail salva linea

Anche se il caldo si fa aspettare, le tue serate all’aperto sono di certo già iniziate. E cosa accompagna meglio una calda serata estiva, se non un cocktail? Sappiamo bene che ci sono volte in cui hai rinunciato ad un aperitivo con amici perché avevi paura di rovinare il duro lavoro fatto in palestra. Da oggi puoi stare tranquilla perché abbiamo raccolto per te le ricette dei cocktail salva linea che più ci piacciono. Prendi nota e porta queste 5 ricette rivisitate di cocktail molto conosciuti al tuo barista di fiducia.

In alternativa puoi impararle a memoria e cercare di far replicare al barista di turno, la ricetta del tuo cocktail salva linea.

Iscriviti alla newsletter e ottieni il 15% di sconto sul primo acquisto e la spedizione gratuita[/caption

5 cocktail salva linea

Piña Colada

la Piña Colata è spesso associata incomprensibilmente con il costume da bagno. E’ uno dei cocktail più calorici, che per bicchiere contiene 640 calorie. Ecco una versione modificata a basso contenuto calorico. Unisci gli ingredienti in un bicchiere pieno di ghiaccio e mescola

  • 30 ml di rum al cocco
  • 90 ml di succo d’ananas
  • 120 ml di acqua frizzante
  • 1 cucchiaio di  Crema di Cocc0
  • Calorie: 165

Blueberry Lemon Breeze

Utilizzare il nettare di agave invece dello sciroppo, aggiunge dolcezza al tuo drink con una serie di altri sapori. Ci piace l’agave per il suo basso indice glicemico e perchè esiste anche in una versione a basso contenuto calorico. Ecco un cocktail da provare chiamato “Demise of Ms. Beauregarde” in onore di uno dei personaggi di Charlie e la fabbrica di cioccolato, realizzato con un mix di sapori e gin. Ma ciò che rende questo cocktail così speciale è lo champagne versato al di sopra. In uno shaker mixa mirtilli e agave. Aggiungi poi il gin e il succo di limonn e shakera per 20 secondo. Versa il tutto in una coppa martini e poi aggiungi lo champagne. Utilizza 3 mirtilli come guarnizione.

  • 10 mirtilli
  • 20 ml di nettare d’agave
  • 45 ml di gin
  • 20 ml di succo di limone
  • 30 ml di champagne
  • Calorie: 205

 

 

Mimosa Lite

Il brunch non deve necessariamente un momento per alzare le calorie, ecco dunque una versione meno calorica del Mimosa senza sbarazzarsi delle bollicine.Aggiungi diversi cubetti ad un bicchiere alto, spremi il succo di arancia nel bicchiere. Successivamente versa il succo di mandarino e lo champagne. Gira, e guarnisci con buccia di arancia arricciata.

  • 60 ml di succo di mandarino e arance Minute Maid light Minute Maid Light
  • 12 ml di champagne
  • Succo fresco di mezza arancia spremuta.
  • Calorie: 120

Mojito Fit

In generale il Mojito è già una scelta migliore quando si tratta di bere cocktail, ma c’è una versione ancora più “fit friendly” aggiungendo uno sciroppo light con meno zuccheri rispetto a quello normale.

  • 60 ml di rum light
  • 30 ml di Splenda syrup, Da Vinci’s Sugar Free Sweetener Syrup
  • 30 ml di succo di lime
  • 7 foglie di menta
  • Un goccio di soda (o meglio sarebbe utilizzare l’acqua frizzante.

Shakera inizialmente foglie di menta e lime, successivamente aggiungi ghiaccio e altri ingredienti. Versa in un bicchiere e aggiungi della soda.

 

Cocktail alla vodka limone e fragole

Se hai intenzione di bere uno o più drink, hai bisogno di una strategia a risparmio di calorie ovvero alternare cocktail alcolici a quelli non alcolici. Sapori rinfrescanti come limone, bacche, menta sono deliziosi di per se e la versione non alcolica di questo cocktail ti piacerà da impazzire. Unisci alla vodka una soda (o acqua frizzante).In uno shaker, mescola menta e fragole, e poi aggiungi i restanti ingredienti. Dopo aver aggiunto del ghiaccio shakera per 20 secondi con forza. Versa il tutto in un bicchiere alto e aggiungi pure la polpa di fragole e menta.

  • 2 Fragole
  • un paio di foglie di menta
  • 21 ml di nettare di agave light
  • 50 ml di  vodka agli agrumi
  • 21 ml di succo di limone
  • Calorie: 259

 

Prima di eseguire l’allenamento non dimenticare di eseguire il riscaldamento. Leggi anche Esercizi di riscaldamento: 4 benefici e 3 esercizi da fare

Iscriviti alla newsletter e ottieni il 15% di sconto sul primo acquisto e la spedizione gratuita


8 modelli di reggiseni sportivi da aggiungere alla tua collezione sportswear

Se dovessi aprire l’armadio in questo momento, e sei la classica tipa che va in palestra tutti i giorni, siamo certe troveresti molti più reggiseni sportivi che reggiseni tradizionali. Ti capiamo.  Lo shopping da activewear è più divertente, perché a differenza dello shopping tradizionale (gli standard del fashion italiano spesso sono piuttosto rigidi) puoi permetterti di giocare con colori, tagli, stampe a tua piacimento. Inoltre, alcuni modelli puoi sfruttarli anche per il tuo abbigliamento casual, come crop top o sotto top trasparenti.

Quindi se come noi pensi che a tutte le cose belle non si dovrebbe porre un vero e proprio limite, ecco gli 8 modelli di reggiseni sportivi da aggiungere alla tua collezione sportswear.

Clicca per visitare lo shop – Iscriviti alla Newsletter per ottenere il 10% di sconto sul primo acquisto

8 modelli di reggiseni sportivi da aggiungere alla tua collezione sportswear

Iniziamo a riempire la tua shopping bag:

Skimmed Milk Pink Sport Bra divertente, colorato e funzionale per palestra, yoga o qualsiasi altro tipo di attività. Scopri tutti gli sport bra del brand Skimmed Milk 

Ion Sports Bra Akrovita Quando cerchi supporto senza sacrificare lo stile, Icon Sulphur Sports Bra è quello che fa per te. Dal design contemporaneo, è un capo supersexy con il gioco geometrico d’intrecci sulla schiena. Le coppette rimovibili all’interno, regalano un tocco extra push-up. Non ami l’effetto extra push up? Non preoccuparti avrai sostegno e supporto anche senza le coppette.

Low Impact Bra – First Base Rendi il tuo allenamento ancora più intenso e sexy, con questo bra a sostegno leggero. Grigio, scollatura profonda e  incrocio sulla schiena, è indicato per chi pratica yoga, o semplicemente per chi vuole aggiungere un pizzico di pepe al proprio outfit sportivo

.

Fever Pitch Bralette Nero. Evidentemente ispirato all’intimo femminile presenta un elegante gioco di incroci sul petto con scollatura a cuore, bande elastiche in satin, spalline regolabili e coppette interne rimovibili. Il tessuto a compressione esalta la silhouette e migliora la circolazione. Scopri tutti i reggiseni sportivi di L’urv

Lexie Elite Mono – Lilybod Confortevole, dal design minimal, lo sport bra Lexie può essere indossato a vista oppure abbinato a top trasparenti. Il gioco di incroci sulla schiena, metterà in risalto è un dettaglio di stile di cui non potrai fare a meno.

Lilybod – Chloe Superstar Rosa sport bra è per chi è sempre di corsa e per questo ha bisogno di sentirsi comoda senza tralasciare lo stile.  Morbido e alla moda, regala un supporto medio adatto per gli allenamenti a media intensita. Spalline incrociate monocromo sulla schiena e puntinato sul petto questo reggiseno sportivo garantisce il rispetto delle tue forme esaltandole.

Black bra Half moon Onzie, regala massimo sostegno e comodità durante qualsiasi tipo di movimento. Perfetto per le attività ad alto impatto. Scopri tutti i reggiseni sportivi Onzie

Yoga-Go! – Fairy Bra Top. Scolpisce il tuo corpo e ti offre il massimo del comfort e della vestibilità. Morbido al tatto, stretch e avvolgente da utilizzare per ogni tipo di attività fisica. Made in Italy. La modella indossa una tg S. Scopri tutti i reggiseni sportivi YogaGo! 

Che dire, ora non ti resta che riempire la tua shopping bag  e non esitare a darci il tuo feedback ma soprattutto passaparola! 😉

Prima di eseguire l’allenamento non dimenticare di eseguire il riscaldamento. Leggi anche Esercizi di riscaldamento: 4 benefici e 3 esercizi da fare

Iscriviti alla newsletter e ottieni il 15% di sconto sul primo acquisto e la spedizione gratuita


Zara gymwear nell’arena dell’abbigliamento sportivo

Finalmente Zara gymwear entra nell’ arena dell’abbigliamento sportivo. Abbiamo atteso tanto (troppo!) la sua linea di abbigliamento da palestra ma Zara Gymwear si è fatta subito perdonare il ritardo regalandoci una collezione bellissima, che dimostra che le cose buone arrivano per chi sa aspettare.

zara-feature-696x529

Pensavi che il tuo amore per Zara non potesse essere più forte di quello che già hai? Ci ripenserai dopo aver visto la sua collezione incredibilmente elegante di activewear, e come è nello stile Zara, l’abbigliamento ha prezzi assolutamente economici e abbordabili.

Ricca di elementi essenziali per tutti i giorni, la nuova linea Zara Gymwear è un mare di nero, grigio, bianco e blu – con una raffica di verde lime. I tagli sono puliti, i tessuti confortevoli e lo stilè veramente senza tempo. Ogni pezzo diventerà la tua fissazione da avere subito nel guardaroba da allenamento. Pantaloni e top eleganti, giacche oversize, scarpe da ginnastica classiche, borse capienti per lo yoga e praticamente tutto quello di cui hai bisogno.

Noi l’abbiamo già aggiunta alla nostra lista dei desideri. E tu?

Bra sportivo Zara

Bra sportivo Zara

NEON TOP
Il nero e la fascia color neon rendono questo top sport-chic subito pop!

Top sportivo Zara

Top sportivo Zara

YOGA PONCHO
Praticare lo yoga in questo poncho felpato, morbido e chic ti fa sentire “rimessa a nuovo” ed è ideale per ogni occasione.

Zara Pants

Zara Pants

PANTALONI/LEGGINGS
Dalla linea semplice con gioco di inserti ed elastico in vita, i pantaloni Zara renderanno ogni tipo di allenamento confortevole.

Zara Top

Zara Top

SPORTY T-SHIRT
Affronta una sessione di sudore con questo top scollato ai lati e sulla schiena, con dettaglio neon.

zara flip flop

zara flip flop

SANDALI BICOLORE
Attenzione: una volta che li indosserai per quanto sono chic e comodi non vorrai più toglierli.

6 Abitudini sane per un summer body

Conoscere e trasformare alcune dei tuoi vizi più comuni in abitudini sane è il modo più semplice per restare in forma e avere un corpo pronto all’estate. Anche ai più bravi che dicono no al cibo spazzatura, capita di affrontare insidie e tentazioni quotidiane ed in effetti alcune delle cose che pensiamo possano fare del bene al nostro corpo, in realtà sono un ostacolano.

Gli alimenti a ‘basso contenuto di grassi’
Scegliamo prodotti al supermercato perché sull’etichetta leggiamo’ a basso contenuto di grassi o senza grassi”. A detta dei nutrizionisti, il messaggio è fuorviante. In molti casi, si tratta di prodotti che nascondono un alto contenuto di zuccheri e che, oltre ad essere malsani, vengono digeriti molto più velocemente e non saziano. Per cui in poco tempo, riavrai fame. Preferisci alimenti nutrienti che saranno più soddisfacenti per il palato e ti sazieranno più a lungo. Leggi anche 10 strategie per perdere massa grassa in eccesso

Non contare i caffè
Anche io amo il caffé, e non potrei immaginare una colazione, una pausa lavoro o un post pranzo senza. Troppo spesso però dimentichiamo che anche le calorie liquide incidono nella nostra alimentazione quotidiana. Perciò – soprattutto se sei solita prendere il cappuccino – ricorda che il latte corrisponde sempre a una tazza di latte, quindi se ne bevi tre o quattro al giorno, le calorie contano tanto quanto quelle che hai nel piatto!

Lo stesso programma di allenamento
Se sei impegnata in un regime di allenamento settimanale davvero impeccabile ma routinario da mesi, è probabile tu non raccolga il massimo dei risultati rispetto gli sforzi che fai. Se segui sempre la stessa attività innanzitutto tendi a mollare prima di una che varia gli allenamenti, poi ti annoi di più e il tuo corpo si adatta all’esercizio. Aggiungi varietà alla tua routine –  modifica la velocità, la distanza, la resistenza o prova un’attività completamente diversa. Dovresti cambiare ogni sei settimane per tenere veramente allenati i muscoli.

L’urv Reggiseno Sportivo – clicca per acquistare

Playlist Spotify, musica per il tuo workout!

Parte fondamentale di ogni buon workout che si rispetti è la musica!

Quante volte ti sarà capitato di arrivare in palestra e aver scordato gli auricolari oppure di avere il cellulare scarico? Si, proprio in quel preciso istante lo sappiamo bene,  si è consumato un piccolo dramma. Oppure quante volte, durante l’allenamento, hai ascoltato e riascoltato la stessa playlist e più e più volte, magari ti sei ripromessa di farne una nuova e ti sei dimenticata o semplicemente sei stata presa dai tuoi mille impegni?

Iscriviti alla newsletter e ottieni il 15% di sconto sul primo acquisto e la spedizione gratuita

 

Da oggi ci pensiamo noi! Certe che probabilmente avrai anche tu un account Spotify, pubblicheremo playlist che potrai ascoltare mentre ti alleni, e se ti andrà di segnalare la tua personale e condividerla, saremo ben liete di pubblicarla.

Facci sapere cosa ne pensi!



5 modi per mantenere le buone abitudini in vacanza

Le vacanze sono più vicine di quello che pensiamo. E quando si va in vacanza, si sa, ci si dimentica tutte le buone abitudini e tornati a casa bisogna iniziare tutto d’accapo. Di seguito piccoli trucchetti da mettere in atto per godersi al massimo le vacanze ma senza perdere i risultati ottenuti.


Vai in giro a piedi

Camminare ti permette di fare dell’esercizio compiendo dei movimenti totalmente naturali, di risparmiare sull’affitto di un’auto e di salvaguardare l’ambiente. Inoltre vuoi mettere l’assaporare il gusto dell’avventura esplorando e perdendosi nei meandri di una città sconosciuta? Sarai così presa da ciò che ti circonda, che non ti renderai nemmeno conto che in realtà stai facendo attività fisica.

Lilybod Holly Legging – clicca per acquistare


Presta attenzione al menù

Provare nuovi piatti è uno degli aspetti più del viaggiare Questo però non deve fornirti la scusa per mangiare senza misura. Detto tra noi, alzarsi da tavola con lo stomaco pieno, ti fa sentire stanca e svogliata. Dai un’occhiata attenta al menu e cerca di ordinare una varietà di cibi locali che però diano un giusto apporto nutrizionale. Sicuramente puoi uscire fuori dai binari della tua solita routine alimentare per un pasto, ma cerca di recuperare con il pasto successivo. Se soggiorni in un appartamento, ad esempio, puoi anche preparare degli spuntini veloci da portare dietro quando sei in giro.


Sfrutta al meglio le attività gratuite

Dai uno sguardo a quello che ti offre la città o l’albergo, comunque il posto in cui ti trovi. Ad esempio molti alberghi sono dotati di palestra e piscine con accesso libero, così puoi allenarti anche se lontana da casa.

Iscriviti alla newsletter e ottieni il 15% di sconto sul primo acquisto e la spedizione gratuita

Cerca di bere molta acqua
Essere in vacanza equivale ad essere piacevolmente impegnato tutto il giorno, e spesso a farne le conseguenze è l’idratazioen del nostro corpo. Lunghi viaggi in aereo, molte ore passate sotto il sole, possono di sicuro penalizzare in questo senso. Per questo è imporante avere sempre a portata di mano una bottiglia d’acqua ed essere sicuri di bere sempre abbondantemente per non ritrovarsi completamente disidratati.

Attenta ai drink di troppo
Ovviamente in vacanza ci si concede sempre un drink in più giusto per il gusto di sorseggiare qualcosa. D’estate soprattutto, si è sempre tentati di sorseggiare un cocktail magari a bordo piscina, nel bel mezzo della giornata. Cerca, invece di ordinare un frullato rinfrescante e di rimandare il drink per l’happy hour o la serata in qualche locale.

Infine non dimenticare che è vacanza, divertiti ma datti anche il tempo di riposare.