Articoli

Trova la motivazione per tornare in forma. La storia di Giulia.

Mi chiamo Giulia Sirchia, ho 23 anni e vivo a Palermo. Sono laureata in Comunicazione e attualmente frequento il corso di Laurea Magistrale in Storia dell’ Arte. Ho perso 38 kg grazie alla forza di volontà e allo sport.

Fino ai 18 anni sono stata piuttosto obesa. Sono alta 1,49, e il mio peso aveva sfiorato e superato i 100 kg. Questo era avvenuto per diverse ragioni: mancanza di fiducia in me stessa, scarsa consapevolezza delle mie capacità, insomma non ero innamorata di me stessa e dipendevo molto dagli altri.

Segui Giulia e il suo percorso su Instagram

Dopo una grande delusione e un forte periodo di depressione, ho iniziato a guardare il mondo con occhi diversi, grazie anche all’aiuto della mia famiglia. Dal 2010 dediti allo sport, mi hanno piano piano spinta ad apprezzare l’attività all’aperto iniziando in un primo momento con camminate a passo veloce.

Leggi anche: Perdere peso camminando. E’possibile ma c’è un trucco da mettere in pratica.

Poi ho iniziato a fare qualche passetto di corsa. Da allora, ho iniziato a capire che cambiando il modo di approcciarmi alla vita, cambiavo io. Così con il tempo lo sport è diventato qualcosa di fondamentale per me, portandomi a perdere quasi 40 kg in 4 anni. Ho avuto tanti momenti di sconforto ma mai mi sono lasciata abbattere: nessuna pillola magica, nessun prodotto miracoloso e nessuna chirurgia.

Iscriviti alla newsletter e ottieni il 15% di sconto sul primo acquisto e la spedizione gratuita

Adesso, dopo aver dedicato anni ed anni al cosiddetto “ cardio ”, da qualche mese ho deciso di iscrivermi in palestra per mantenere la muscolatura e rimuovere il grasso rimasto. Mi stimola molto praticare nuove tipologie di allenamento ( ad es. kettlebell) ed entrare in contatto con altre persone, specialmente con chi cerca di dimagrire. La cosa che riscontro maggiormente è la  paura di sfogarsi e parlarne.

Attualmente ho modificato le mie abitudini alimentari e di allenamento: prediligo cibi proteici divisi quasi in ogni pasto, non rinuncio mai una volta a settimana ad una cena libera in compagnia degli amici e mi alleno sempre con tanta voglia di imparare dal mio allenatore e migliorare. Ho avuto tante cadute, ma penso siano necessarie per trovare un equilibrio sia interiore che fisico. Oggi la mia vita non sarebbe la stessa senza lo sport. 

Segui Giulia su Instagram

Durante il mio percorso ho anche documentato tutto attraverso un “ diario di bordo” su Instagram, dove mi chiamo giuliasjourney, ovvero il viaggio di Giulia. Inaspettatamente le mie foto e la mia storia hanno motivato così tante persone che oggi, siamo una community di quasi 20 mila persone. Con loro interagisco, ci scambiamo pareri e consigli e questo mi rende sempre più vicina a chi, oggi, sta combattendo la stessa guerra che ho combattuto io.

Acquista su Amazon.it



Come rispettare i buoni propositi che ti sei prefissata per il 2019

Come ogni anno, fai una lista di tutti gli obiettivi che vuoi raggiungere. Ma sei sicura quest’anno di riuscire ad attenerti alla lista di buoni propositi da mettere in atto?

Iscriviti alla newsletter e ottieni il 15% di sconto sul primo acquisto e la spedizione gratuita

Se anche tu come noi, hai difficoltà in questo senso, ecco 6 consigli utili per rispettare i tuoi buoni propositi.

Cerca di rendere il tuo obiettivo quanto più specifico possibile. Se il tuo obiettivo è quello di perdere peso, ad esempio, potresti andare un po’ più nel dettaglio, potresti porti come obiettivo entrare nei tuoi vecchi jeans in 3-4 mesi. Oppure in quel bikini che tanto ti piace e che hai visto sul nostro shop, giusto in tempo per l’estate. Leggi anche Dimagrire dopo le vacanze circuito a corpo libero brucia calorie da fare a casa

Delinea un piano da seguire e attieniti strettamente ad esso. È la cosa migliore da fare quando devi raggiungere un obiettivo, nonché la più efficace. Un esempio potrebbe essere la pianificazione dei pasti: invece di mangerei il sabato fuori, prepara la cena a casa, in questa maniera avrai il pieno controllo di cosa esattamente c’è nel tuo piatto.

Festeggia ogni volta che raggiungi un piccolo obiettivo durante il tuo percorso. Questa fase e’ molto importante perché spesso è volentieri possiamo essere molto severi con noi stesse. Quindi dai rilievo anche ai micro obiettivi che raggiungi magari festeggiando un trattamento di bellezza o con una manicure e pedicure.

Completo Yoga-Go clicca per acquistare
Ph @danieleloni
Art director @simonadesi
Location @cityzenmilano

Prenditi la piena responsabilità di quello che fai. Non è il caso di mettere i manifesti o di spiattellarlo su tutti i social media, ma cerca almeno di coinvolgere le persone a te vicine ad esempio i parenti o le amiche, che possono darti tutto il supporto necessario per far si che tu raggiunga il tuo obiettivo. Leggi anche Mangiare con consapevolezza per far funzionare il tuo metabolismo

Ricorda a te stessa di avere degli obiettivi. Ogni singolo giorno, per darti la carica e la giusta motivazioni, ripeti ad alta voce a cosa stai lavorando.

Crea delle visual board (anche su Pinterest se preferisci) che ti permettono di visualizzare i tuoi obiettivi. Noi abbiamo diverse board a cui facciamo riferimento ma le tre principali rimangono senz’altro Fit In The Kitchen, Fit In The Gym e Fit In Hub shop. In questa maniera riusciamo a tenere l’attenzione sulle cose che per noi sono importanti, visualizzandole.



Non ho voglia di allenarmi. 8 modi per superare l’assenza di motivazione.

Dal tempo avverso, alla preferenza per apertitivi con amici infrasettimanali, alla totale assenza di motivazione, la frase Non ho voglia di allenarmi, spesso e volentieri salta fuori. E’ comprensibile che a volte ti possa sentire stanca, sopraffatta dagli impegni , o preferisca altro tipo di divertimento, ma queste scuse “occasionali” possono far sì che i tuoi obiettivi fitness vadano a monte.

Lilybod Legging Jade Super Burst – clicca per acquistare

Quindi se anche tu hai utilizzato almeno una di queste scuse più di una volta, ecco come porre rimedio la prossima volta che si presentano

1. Sono devastata dalla stanchezza
Sembra quasi un paradosso, ma l’esercizio fisico ti dà la carica! Dopo una breve sessione in palestra potresti sentirti rinascere. Se sei troppo stanca per allenarti, potresti dover riconsiderare le ore di sonno perse. Andando a letto presto la sera, potresti svegliarti con più facilità e avere il tempo per allenarti al mattino.

2. Pioggia, vento, freddo… in palestra m’iscrivo in primavera!
D’inverno trovare scuse sembra quasi troppo facile. Troppo freddo o troppa pioggia non devono demotivarti. E se proprio non riesci ad andare in palestra

3. È troppo difficile
Facile, quando si tratta di raggiungimento di risultati in palestra, non sembra essere la parola più appropriata. Il consiglio? Tenere duro e dare il massimo. Se hai un obiettivo in mente, concentrati su quello e non su quanto un allenamento sia difficile. Un impegno continuo può renderti forte, sicura di te e con un atteggiamento più positivo.

Acquista su Amazon.it

4. Ho dimenticato le scarpe/il lettore musicale/l’asciugamano
Sei la classica smemorata che prepara la borsa della palestra la mattina due minuti prima di uscire di casa per andare a lavoro? Non preoccuparti c’è una soluzione anche per questo: prepara il tuo borsone da palestra la sera prima e controlla velocemente di aver preso tutto quello che ti serve. Non appena ti abituerai a mettere in borsa sempre le stesse cose, le probabilità di dimenticare qualcosa saranno ridotte.

5 cose che devi sapere sugli squat

Avere un corpo scolpito, è la ragione principale per cui ci si approccia all’allenamento in palestra. Ma il pallino di tutte noi rimane sempre riuscire ad avere un Lato B a prova di forza di gravità.

Se i geni, c’entrano e come nel raggiungimento di un certo tipo di risultati, e’ vero anche che ti puoi avvicinare quanto più possibile alle rotondità perfette che tanto desideri, con l’allenamento.

Lilybod leggings clicca per acquistare

Ecco 5 cose che devi sapere sugli squat

Gli squat possono portare a galla dei disequilibri a livello muscolare. Il modo in cui esegui uno squat, può dire molto al tuo allenatore in termini di punti di forza e debolezza. All’apparenza, lo squat, sembra un esercizio di facile esecuzione, ma è ancora più facile da performare in maniera completamente scorretta, anche se sono anni che ti eserciti in questa maniera. Ad esempio, potresti non accorgerti che butti le ginocchia all’interno, o che non usi i fianchi, o che magari ti sporgi troppo in avanti. Come in tutti gli esercizi l’esecuzione è fondamentale, per cui un check con un trainer esperto dovrebbe essere di regola.

Ci sono una miriade di variazioni da provare. La tipologia di squat più comune è senz’altro la bodyweight. Ma ci sono tante altre tipologie di squat che possono aiutare il processo di costruzione di una parte bassa del corpo più forte.

I glutei sono tra i muscoli più grandi del corpo. Se il tuo obiettivo è quello di allenare tutto il corpo, non puoi non coinvolgere i glutei durante l’allenamento. Il gluteus maximus, è il più grande del corpo, ed è anche quello che ti permette di bruciare più calorie.

Lilybod leggings – clicca per acquistare

In realtà ti permette di allenare anche la parte centrale del corpo. Di solito quando vuoi allenare gli addominali pensi ai crunch o ai sit ups. Ma uno squat correttamente eseguito, ti forza ad attivare gli addominali per avere maggiore stabilità. I goblet squat, a tal proposito, sono perfetti.

Gli squat non sono l’unico esercizio di cui hai bisogno per allenare i glutei. Contrariamente a quello che si crede, se vuoi ottenere il massimo dall’allenamento per i tuoi glutei, devi necessariamente provare altre tipologie di esercizi come ad esempio gli stacchi.



4 motivi per cui allenarsi è la miglior medicina

Un fisico più snello, o più tonico o perfino aumento muscolare, tra i motivi per cui allenarsi la scelta è veramente imbarazzante. Ognuno di noi affronta l’allenamento avendo in mente un proprio obiettivo, ma su una cosa possiamo comunemente concordare ovvero che allenarsi sia la migliore medicina. Con questo intendiamo dire che in alcuni casi allenarsi può risolvere una serie di problemi.

Clicca per acquistare i capi più cool dello Shop

4 motivi per cui allenarsi è la miglior medicina

Ti aiuta ad invecchiare più lentamente. L’allenamento è stato legato ad un aumento dell’aspettativa di vita di almeno 5 anni, ma rallenta anche l’invecchiamento cellulare. I telomeri, ovvero la regione terminale dei cromosomi composti di DNA, si contraggono invecchiando. Secondo i ricercatori. L’allenamento aumenterebbe i livelli di produzione di una molecola che protegge i telomeri dal ridursi completamente, come riportato dal Time. Questo aiuterebbe le tue cellule a mantenersi più giovani.

Ti regala una pelle meravigliosa. Hai mai notato quanto sembri più bella la tua pelle, dopo una bella sudata? Non è solo frutto della tua immaginazione, ci sono prove che lo dimostrano. Secondo alcuni studi, l’allenamento aerobico, migliora il flusso sanguigno verso, veicolando ossigeno ed altri nutrienti che possono migliorare l’aspetto della pelle e riparare le rotture più velocemente.

Agisce più velocemente delle medicine. Se la tipica medicazione richiede qualche giorno per fare effetto, l’allenamento agisce in maniera istantanea. Alcune ricerche suggeriscono che i benefici sono evidenti sin dal primo minuto di allenamento.

Leggings Lilybod Coco – click to shop

Può aiutare con le infiammazioni. In altre parole addio gonfiore. Uno dei benefici dell’allenamento è che il sistema cardiovascolare diventa più forte e migliora la sua capacità di trasportare ossigeno. Questo ti permette di metabolizzare il grasso come fonte di energia. Il risultato è che le cellule di grasso diminuiscono e di conseguenza le infiammazioni.



3 verità in cui credere per vivere una vita più appagante

Cambiamento e miglioramento, sono quasi impossibili da realizzare se prima non si modifica la prospettiva da cui si guardano le cose. E’ l’errore principale che molte persone commettono durante il percorso che li dovrebbe portare a raggiungere i propri obiettivi è quello di rimanere sempre sulle stesse posizioni, senza analizzarle, senza pensare che modificare il proprio modo di guardare le cose può portare a vivere una vita più appagante.

Leggings – Clicca per acquistare

Ecco quindi le 3 verità in cui credere per vivere una vita più appagante

Il modo in cui gli altri agiscono intorno a noi è un riflesso di noi stessi. Ad esempio sul lavoro, qualcuno nel tuo team non è motivato come vorresti. E’ colpa sua o semplicemente un riflesso di te come leader? Come pretendi che gli altri s’impegnino quando tu sei la prima a non impegnarti? Quando inizia a prendere completa consapevolezza di ciò che ti circonda, è come se avessi anche la necessità di analizzare come sei fatta e cercare il modo di migliorare. Si chiama piena responsabilità, quando ciò si verifica ti prende un enorme senso di libertà e allo stesso tempo controllo che è difficile da descrivere. Con questa rinnovata visione delle cose ti senti libera di creare la vita che vuoi senza farti condizionare dal modo di agire degli altri.

Il modo in cui guardi il mondo dice tutto su di te e molto poco sul mondo stesso. In quanto essere umani ci piace etichettare e classificare cose e persone. Ma cosa dicono queste etichette e percezioni su di te? Probabilmente la persona che definisci arrogante è solo più sicura di se, e questo ti fa sentire non a posto con te stessa. Il mondo ha un modo piuttosto sui generis di venire incontro alle nostre aspettative: se ci aspettiamo che le persone ci trattino male, probabilmente lo faranno. Viceversa se ti aspetti di  essere amata, probabilmente l’universo continuerà a girare in tuo favore. Quindi come si dice “attenta a ciò che desideri, potrebbe avverarsi”

Le cose che ti creano una sorta di risentimento verso gli altri probabilmente sono le cose che non ti piacciono in te stessa. Pensa ad una persona verso la quale provi risentimento. Scava in profondità. Cosa dice questo sentimento di te stessa? Davvero t’importa dei motivi per cui provi risentimento verso la persona  a cui stai pensando? Se invece il risentimento che provi per gli altri non ha niente a che fare con te, allora perchè prendersela con qualcuno semplicemente perchè è fatto in una determinata maniera? Non dovresti lasciare che quella persona interferisca in alcuna maniera con te stessa. Credere che il risentimento che provi per gli altri non sia in realtà nient’altro che un riflesso di come ti senti, ti permette di focalizzati su quello che puoi controllare (te stessa) e non su quello che non puoi controllare (gli altri).



Gli ottimisti realisti sono più sani, energetici e vivono più a lungo

Essere ottimisti vi rende più sano sani, vi permette di recuperare più velocemente se non vi sentite particolarmente bene, vi aiuta ad avere un sistema immunitario più forte ed anche a vivere più a lungo. Questo semplicemente perchè gli ottimisti affrontano meglio le situazioni di stress.

A volte però, quando rimani bloccata nel traffico, o versi il caffè sulla tua camicetta preferita prima di un meeting, sembra quasi impossibile mantenere la calma, e gli esperti sostengono che il voler mantenere un’attitudine positiva a tutti i costi, non solo è chiaramente un atteggiamento non spontaneo, ma anche nocivo per la salute.

L’ottimismo, quello che porta a dei benefici, sarebbe il cosiddetto ottimismo con i piedi per terra. La cosa positiva è che solo il 20-30% della predisposizione è genetica, il resto deriva da esperienze di vita, il che vuol dire che puoi diventare un ottimista con i piedi per terra.

Per prima cosa identifica i tuoi obiettivi
Un modo per incanalare bene le tue energie da ottimista è quello di pianificare: sia le piccole cose come ad esempio un weekend fuori con amiche, che obiettivi a lungo termine ad esempio per gli amanti del fitness potrebbe essere impara a scalare una parete. Avere un obiettivo e produrre un’immagine mentale di te che lo raggiungi è sempre motivante.

Top e legging Gold – clicca per acquistare il must have di stagione

Elabora un piano B e un piano C che vada ugualmente bene
Si gli ottimisti sono tenaci, ma è anche vero che se è un obiettivo è chiaramente non raggiungibile, tagliano corto un maniera più rapida dei pessimisti. Visto che gli ottimisti si aspettano cose positive dal futuro, quando si rendono conto di rincorrere un obiettivo non realistico, identificano l’alternativa rapidamente e sono d’accordo nel perseguire la strada alternativa.

Cerca opportunità non scorciatoie
Invece di forzare la situazione e pensare addirittura che un ostacolo è una benedizione, prendilo semplicemente per quello che è, utilizzando un approccio positivo ma realistico pensando che eventualmente la situazione migliorerà: pensare ad esempio che la situazione alla fine volgerà a tuo favore, ti permetterà di mettere in campo molte più risorse anche se incontri degli ostacoli durante il tuo percorso.



Tieniti in forma seguendo le donne del fitness

Tieniti in forma seguendo le donne del fitness

Hai bisogno di tutta la motivazione necessaria per ritrovare la forma e mantenerla anche? Lasciati ispirare e motivare dalle donne del fitness su Instagram.

Nude girl yoga

Nude girl yoga

NUDE GIRL YOGA

Questo sofisticata donna yogi, che ha scelto di restare nell’anonimato, lancia una sfida a tutto quello che sai o pensi di sapere sul fitness (e la nudità) su Instagram. Seguila per imparare nuove e splendide posizioni in bianco e nero ogni giorno e ispirati a lei per fare workout in modo sano.

Victoria

Anna Victoria

ANNA VICTORIA

Creatrice della Fit Guide tende a pubblicare le foto di cibi appetitosi E sani, citazioni motivazionali, e selfie allo specchio per invogliarti a lavorare duro e rimetterti in forma. Mostra anche i prima e dopo di foto di donne (che chiama le sue #fbggirls) che hanno seguito il suo programma di allenamento di 12 settimane e che hanno ottenuto enormi risultati.

Massy Arias

Massy Arias

MASSY ARIAS

Una personal trainer certificata con 2 milioni di seguaci fino ad oggi, Arias è una celebrità di Instagram, con i suoi percorsi di salute con workout Hardcore.

Non ci sono limiti, solo scuse. I 10 consigli per allenarti, della trainer di New York City

Non ci sono limiti, solo scuse. I 10 consigli per allenarti, della trainer di New York City

Scopri I 10 consigli per allenarti, della trainer di New York City per andare a correre anche quando vorresti poltrire con Netflix. Il titolo del nuovo libro di una tra le top allenatrici ed atleta Robin Arzón riassume il messaggio abbastanza bene: Shut Up and Run, stai zitto e corri. Il volume è ricco di pratiche mantra, tecniche di visualizzazione, consigli per l’allenamento e il post allenamento, playlist e piani workout, con aneddoti e immagini che illustrano come il suo stile di vita è stato (ed è) efficace se lo si segue. È un invito a mettere le scarpe da ginnastica e seguirla nel vivere una vita all’insegna delle endorfine, in cui il prossimo traguardo è sempre a portata di mano. Pronto a unirti al suo (run) club?

I 10 consigli per allenarti, della trainer di New York City

I 10 consigli per allenarti, della trainer di New York City

 I 10 consigli per allenarti, della trainer di New York City:

1.Non ci sono limiti, solo scuse. A volte ci facciamo guidare solo da ciò che pensiamo di non poter fare. Tutti i giorni invece ci sono persone con limitazioni fisiche che compiono gesti o imprese enormi con i loro corpi, così incoraggia te stessa a non giustificarti con delle scuse inesistenti. Onestamente non credo nei limiti.

2. Ingrana: Se ti vedi bene, ti sentirai bene e avrai ancora più voglia di muoverti.

3. Corri durante l’ascolto di… Beyonce! Ascolta tracce potenti, che ti danno carica: “Upgrade U” by Beyonce, “Shake it Off” by Taylor Swift, “Heavy Crown” by Iggy Azalea, “Thursty” by Bassnectar, “Till I Collapse” by Eminem, “Slam” by Onyx, “Bad Reputation” by Joan Jett and the Blackhearts, “Burn” by Ellie Goulding, “300 Violin Orchestra” by Jorge Quintero, “Changing” by Sigma

4. Pensare al possibile rimpianto ti farà  perdere la voglia di saltare la corsa.

Robin Arzon I 10 consigli per andare a correre

Robin Arzon I 10 consigli per andare a correre

5. Uscire dalla porta e fare solo 10 minuti. Se è necessario fermarsi, fermati! Ma una volta che hai iniziato, è molto probabilmente che continuerai.

6. Circondati di ispirazione. STRONG IS THE NEW SKINNY! Scrivi qualcosa che per te è motivante, sullo specchio del bagno, sugli allarmi del tuo iPhone, come desktop del tuo PC, segui su instagram e pinterest le fitspo o personal trainer per trovare la motivazione giusta.

7. Ricorda perché hai iniziato. Identifica il “perché” e il “come” ti seguirà. Certi giorni si ha realmente solo bisogno di riposare e guardare la TV. Ma non tutti i giorni puoi fare la vita dei bambini. Scegli saggiamente i tuoi perché e scegli ogni giorno di inseguire il tuo obiettivo.

8. Non iniziare troppo veloce. I nuovi corridori vanno spesso troppo rapidamente e quindi si sentono più facilmente frustrati perché non hanno ancora sviluppato una buona capacità cardiovascolare e si fermano prima. E’ meglio andare ad un ritmo blando inizialmente.

9. Allenati in luoghi che ti ispirano e non annoiano. Esistono posti in ogni città che possono avere davvero una potente energia su di te, e quello che a volte ti può far andare avanti è anche la voglia di allenarti in luoghi che ami, con viste mozzafiato o persone di cui potresti avere piacere di circondarti.

10. Trova il tempo per la tua routine di allenamento, ovunque ti trovi. Per la tua salute mentale puoi ricordarti di spegnere il computer e andare correre.

 





I 3 migliori consigli dagli atleti del fitness

Consistenza nell’alimentazione e nell’allenamento sembrano essere il comune denominatore dei must do degli atleti del fitness. Anche la motivazione gioca un ruolo importante. Ma vediamo nel dettaglio quali sono i consigli dagli atleti del fitness.

Consiglio #1: Non fare dell’alimentazione una  questione di stato o lo diventerà

“Mi è sempre piaciuto mangiare sano e come mi fa sembrare e come mi fa sentire” dichiara Tiffani Gastone modella e competitor di figura NPC. “ Non faccio nulla di estremo, perchè fortunatamente non ne ho bisogno” MA Gaston ha molto di più che i geni dalla sia parte. “Sono abbastanza costante con l’alimentazione e l’allenamento. Quando si guadagna peso, devi solo perderlo nuovamente, ne paga il prezzo il tuo corpo”.

 Gaston è sempre stata una sportiva, ginnasta sin da piccola e atleta prima di iniziare a competere a livello nazionale come bikini model. Tre anni fa ha iniziato a seguire un programma alimentare paleo. “I risultati hanno parlato da soli”. “Cerco di ispirarmi ai piatti che provo in ristoranti vari, apportando delle modifiche healthy facendo scelte più salutari, così posso mangiare senza sensi di colpa. In più esercito la mia creatività” Una sostituzione frequente è quella cavolfiori e patate oppure zucchini e noodles. La chiave è la consistenza, seguire un’alimentazione impeccabile durante la settimana con l’eccezione di un pasto a settimana o due senza particolari restrizioni  Il fatto di avere delle proteine, verdure e frutta a portata di mano, è fondamentale. Fare una buona spesa e condire con spezie aiuta a mettere in atto i buoni propositi.

 Tip: Molte persone sono abituate a salare gli alimenti ancora prima di assaggiarli. Usare spezie come curcuma, curry, cumino, cayenne, aglio può dare un incredibile sapore ai cibi senza dover aggiungere ulteriore sodio.

L’urv – Fever Pitch Moto Legging Navy – clicca per acquistare

Consiglio #2: Mangiare sano non vuol dire mangiare senza gusto.

“Da piccola ero sovrappeso e non c’è da stupirsi visto i miei sono dei cuochi favolosi”. Dice Lori Harder, bikini model, che cucina i suoi piatti sin da piccolina. Ma con l’età ha realizzato come il  modo di mangiare stesse contribuendo a farle sentire un senso di letargia. Così decise di cambiare rotta e iniziare ad allenarsi. Ma fece un’altra scoperta: spesso mangiare sano voleva dire mangiare senza molto gusto. “Mi rifiuto di mangiare così per il resto della vita per avere il corpo che desidero”. Così è tornata in cucina e si è data da fare per realizzare una versione più sana dei piatti che le piacevano. Ha iniziato a servirli così anche ai party con amici e parenti. “Nessuno immaginava potesse essere cibo sano e tutti ne andavano matti!”