Articoli

Prendersi una pausa, creatività e persistenza

Prendersi una pausa è parte integrante della nostra cultura creativa e numerosi esperti affermano che prendersi un pausa può rinvigorire la nostra  creatività, soprattutto in ambito sportivo come nel caso di una corsa o in giro per trails senza GPS . Ma a seconda della natura del computo da svolgere, la cosa migliore da fare secondo uno studio della Northwestern’s Kellogg School of Management, è importante più che prendere una pausa individuare degli step di fatica.

“Il punto è che molte persone hanno delle idee che abbandonano prematuramente, avendo la sensazione di aver esaurito il processo creativo” dice Loran Nordgren, un professore associato della Kellogg.

Processo Creativo - meggieontherocks.com

Processo Creativo – meggieontherocks.com

Nell’esperimento è stato chiesto ai partecipanti di tirare fuori delle idee creative in due brevi intervalli tra 5 e 10 minuti, a seconda delle attività. Dopo il primo intervallo è stato chiesto ai partecipanti di fare una previsione sul numero di idee che sarebbero state generate durante il secondo intervallo. L’obiettivo della domanda  era quello di comparare il numero di idee generate nel secondo intervallo e la previsione. L’esperimento ha mostrato come 24 studenti nel pensare a delle soluzioni creative per il giorno del ringraziamento, hanno predetto di riuscire a generare altre 10 idee durante il secondo intervallo. Indovinate: alla fine del secondo intervallo sono riusciti a pensare a 15 possibili soluzioni tutte più creative di quelle generate nella prima sessione.

In seguito sono stati analizzati altri gruppi che hanno dato seguito ai risultati sopra descritti, rilevando la stretta correlazione tra persistenza e processi creativi, ovvero di quanto la persistenza sia molto più importante nei processi creativi che in quelli non creativi. Questo accade perchè la creatività non è un processo lineare. Non si è mai abbastanza sicuri di quanto si è vicini al risultato finale desiderato, della quantità di progressi che si stanno facendo.

Persistenza - theberry.com

Persistenza – theberry.com

Durante il processo non creativo, Nordgren sostiene che il senso della persistenza sia molto più marcato. Del resto se si riescono a risolvere 8 equazioni in un intervallo specifico di tempo, non c’è motivo di pensare che non se ne possano risolvere altrettante in uno stesso intervallo di tempo successo. Viceversa in un processo creativo, le persone tendono a pensare di aver esaurito il compito e non persistono nel cercare ulteriori soluzioni”

Il punto di tutto questo è uno solo: se raggiungi un punto nel quale ti senti bloccato, ignora quella sensazione e vai avanti. Si tratta di una sensazione non reale e non dovresti starla a sentire.

Prendersi una pausa in realtà ha un senso quando si tratta di guardare ad un progetto molto complesso a lungo termine e si è alla ricerca di una chiave di lettura che sblocchi alcuni passaggi. In sintesi, la ricerca non vuole suggerire di ammalarsi di lavoro, semplicemente di lavorare in maniera più intensa in un certo tipo di circostanze che richiedono una soluzione creativa nel breve medio termine. Se provi a metterti alla prova da questo punto di vista, ne rimarrai piacevolmente sorpreso dai risultati che potrai raggiungere.

Source: Inc.com

Seduta tutto il giorno? 4 consigli per rimanere in forma

Stare seduta tutto il giorno per lavoro, può avere una forte ripercussione sulla tua salute. Il corpo umano è programmato per essere attivo, il che rende controverso il fatto di tornare a casa stanca morta anche se hai passato tutto il giorno seduta. Stare seduta tutto il giorno può portare ad aumentare di peso, sviluppare problemi alla schiena e uno stile di vita decisamente poco sano.  Leila Lewis, founder di Be Inspired PR, suggerisce ai suoi dipendenti 4 diversi modi in cui possono tenersi attivi pur avendo un lavoro che li tiene incollati ad una scrivania dalle 9 alle 6.

Considera ogni incarico come una buona occasione per muoverti

Raggiungi la scrivania del collega - nicephysique.com

Raggiungi la scrivania del collega – nicephysique.com

Magari non ci fai caso però, avvicinarti alla scrivania di un collega piuttosto che alzarti per prendere un bicchiere d’acqua,  sono movimenti che fanno la differenza se devi rimanere seduta tutto il giorno per lavoro. Tecnicamente è più facile mandare una mail ad esempio, invece che alzarsi e raggiungere la scrivania del tuo collega. Ma pensaci bene quanto tempo risparmi? Tutto sommato vale la pena fare un giro e lasciare che il tuo corpo ne raccolga i benefici. Puoi anche farti avanti per svolgere commissioni durante l’ora di pranzo. Pochi passi in più possono fare la differenza. Alcune aziende come la Be Inspired PR, c’è una gara tra i dipendenti relativa a chi compie più passi al giorno, chiaramente conteggiati con il Fitbit. Ottimo modo per rimanere in movimento anche in ufficio.

Prepara il pranzo e gli snack

Portati il pranzo da casa - daybooklunch.com

Portati il pranzo da casa – daybooklunch.com

Nonostante tutti gli sforzi per rimanere attivi, molte volte non è facile comportarsi bene da un punto di vista nutrizionale. Il suggerimento qui è di portare il pranzo e gli snack direttamente da casa, almeno la maggior parte dei giorni. E’ chiaro che ogni tanto una piccola coccola te la meriti ogni tanto, ma sgranocchiare noci, piuttosto che dare un morso ad una mela nel pomeriggio, ti dà maggiore energia per continuare la giornata lavorativa.

Approfitta della pausa pranzo

Porta la borsa della palestra in ufficio - lululemon.com

Porta la borsa della palestra in ufficio – lululemon.com

Anche se decidi di portarti dietro il pranzo, non devi necessariamente rimanere in ufficio per consumarlo. Se ad esempio hai un sandwich, puoi mangiarlo mentre fai un giro oppure se hai ancora un po’ di tempo quando hai terminato il pranzo, esci per fare due passi o magari fai un salto in palestra per un workout rapido e coinvolgi anche qualche tua collega, sarà più divertente

Bevi acqua durante tutta la giornata

Acqua con frutta - superncook.com

Acqua con frutta – superncook.com

L’idratazione è una delle prime cose di cui ha bisogno il tuo corpo. Portati dietro magari una borraccia per verificare quanto bevi durante il giorno e se ti rendi conto che non è abbastanza, prova ad usare l’immaginazione e aggiungi dei pezzettini di frutta per aggiungere un pizzico di sapore.

Adotta questi piccoli accorgimenti giornalieri e vedrai che il tuo corpo ti ringrazierà, cerca inoltre di rimanere attiva in serata e nei weekend. Una volta adottate queste piccole abitudini, vivere healthy diventerà il tuo stile di vita.

Source: Inc.ocm





Amnesia del gluteo : passi troppo tempo seduta!

Se spendi ore alla scrivania o bloccata nel traffico, potresti essere affetta da ciò che viene definita l’ amnesia del gluteo. Sembra uno scherzo ma non lo è. Sebbene sia esagerato definirla una sindrome, è pur sempre un serio problema posturale che molte persone ignorano.

Le ragioni per cui l’amnesia del gluteo si presenta sono le seguenti: quando sei seduta per lunghi periodi, i tuoi muscoli lentamente si adattano a quel tipo di postura lasciando i muscoli flessori della gamba contratti e quelli dei glutei allungati. In questa maniera i muscoli intorno alla colonna vertebrale e i fianchi compensano il mancato lavoro dei glutei. In breve i muscoli del gluteo si adatteranno semplicemente al fatto di non lavorare propriamente. Ciò che accade durante il tuo workout, è che il tuo corpo è così abituato a compensare il mancato lavoro, che i muscoli compromessi praticamente daranno forfait; è passato del tempo da quando sono stati attivati, che hanno dimenticato come lavorare in maniera appropriata, da qui il termine amnesia. Con il tempo il tuo workout potrebbe evidenziare ancora di più questa mancanza di equilibrio, enfatizzando il problema, il che ti impedirà anche di vedere risultati.

Leggings Rossi a fantasia Yoga-Go! – Clicca per acquistare

Amnesia del gluteo fai un piccolo test

 

Come fare networking anche se non ami parlare del più e del meno

Come fare networking anche se non ami parlare del più e del meno.  Se sei il tipo di persona estroversa che attacca bottone facilmente con tutti, buon per te. Soprattutto da un punto di vista lavorativo. Se invece ti trovi leggermente in imbarazzo a parlare con sconosciuti del tempo e del tuo ultimo viaggio, non ti preoccupare ci sono alcuni piccoli trucchetti che puoi mettere in atto per rendere anche una chiacchiera tra sconosciuti piacevole

Come fare networking -Image by Rog Walker

Come fare networking -Image by Rog Walker

Parlare del più e del meno è più facile se si ha un amico vicino, quindi se ad esempio stai andando ad un evento da sola, cerca di attaccare bottone con qualcuno che ha un atteggiamento amichevole. Se ad esempio sei ad un evento di lavoro fai un check della lista di partecipanti, e cerca se tra i tanti c’è un amico di amici, o magari persone che lavorano nel tuo stesso settore o anche persone i cui prodotti adori. Quando li vedrai all’evento, potrao sempre dire che un tuo amico ti ha suggerito di presentarti oppure puoi congratularti per il lavoro svolto. A tutti piace ricevere complimenti e in questa maniera avrai trovato un modo semplice di fare conversazione.
Altro lato positivo: non solo avrai attivato un nuovo contatto o fatto amicizia, ma potrai tramite queste nuove conoscenze allargare ulteriormente il tuo network.

Come fare networking ad un evento

Come fare networking ad un evento

Potresti anche far si che le persone vengano a parlare con te. E’ più facile di quello che sembra. Nel caso di un evento che sia di lavoro o meno, puoi proporti per aiutare partecipando ad un panel di discussione o all’organizzazione dell’evento stesso. Una volta che avrai un ruolo, le persone automaticamente parleranno con te e ti sarai così liberata dell’imbarazzo di fare la prima mossa.

Alcuni invece suggeriscono di avere un paio di battute pronte per attaccare bottone sempre pronte all’uso. Le conversazioni tra sconosciuti iniziano spesso con la domanda “di che ti occupi?”. In alternativa potresti iniziare una conversazione chiedendo come si è venuti a conoscenza dell’evento o quali siano le connessioni al gruppo che ha organizzato il tutto. Può sembrare un po’ imbarazzante ma funziona. Ci sono molte più persone di quelle che pensi che trovano difficile fare networking, eventualmente vorranno continuare la conversazione e perché no diventare amici.

Networking - Image The Chive

Networking – Image The Chive

Allargare la propria rete di contatti anche tramite conversazioni apparentemente banali è fondamentale sia per la vita privata che lavorativa, perchè da piccole conversazioni possono nascere anche grandi collaborazioni e amicizie.

Source: Inc.com

Immagine in evidenza: Mydomaine.com

Come aggiungere ore alla tua giornata 

Chiunque di noi si è trovato a desiderare di avere più ore nel corso di una giorno. Sembra pazzesco pensare che 24 h. non siano sufficienti, ma tra il lavoro, gli spostamenti, l’esercizio fisico,  la spesa, le7/8 ore di sonno, può essere difficile trovarsi a fine giornata con tutte le caselline spuntate, pur mantenendo un “sano equilibrio” tra i tempi di inattività e i tempi social.

Organizzazione

Organizzazione

Quindi cosa puoi fare? 

Dal momento che una giornata di più ore non puoi inventarla, forse dovresti diventare più efficiente e flessibili con il tempo a tua disposizione – dice Vanessa Bennett, CEO di Inside 80 performance in Australia, che si occupa di formare i migliori professionisti, persone e squadre a essere più produttivi e consapevoli del loro tempo.

Le persone hanno bisogno di superare questo modo di “essere sempre occupati” che è fondamentalmente la vita! Se hai più tempo pieno, hai più opportunità e risultati, il che è una buona cosa, non una cosa negativa.

Il trucco è pensare che puoi fare qualsiasi cosa, ma non puoi fare tutto. Il problema si pone quando impegni il tempo a fare cose che in realtà non servono ai tuoi obiettivi finali; in questo caso sarai ‘occupato’, piuttosto che ‘produttivo’ e, di conseguenza starai perdendo tempo. Qui trovi 3 consigli per trovare più ore nella tua giornata:

1. Organizza la tua energia, non le tue ore

Svegliarsi al mattino

Svegliarsi al mattino

Identifica il momento in cui sei  più produttivo e usalo! Devi imparare a gestire la tua energia, non il tuo tempo. È incredibile quanto puoi ottenere quando sei entuasuasti ed eccitato. Quello che devi capire è che sei molto più produttivo quando il cervello, il corpo e l’anima sono allineati.

2. Impara a dire NO>/h2>

Questo può essere difficile per quelli di noi (me compresa) che teme di perdere delle occasioni, o per chi semplicemente vuole sempre piacere ma essere selettivi su come trascorrere il tuo tempo é fondamentale. Non sovraccaricare le giornate con compiti diversi, ma scegli le attività che contribuiscono a raggiungere il tuo scolo e metti a fuoco la tua energia e le tue intenzioni su questo, non si quello che non ti interessa.

3. La tecnologia per produrre non per procrastinare

Ore e ore passate a letto tutto il giorno

Ore e ore passate a letto tutto il giorno

Questo è un sentimento che tutti conosciamo fin troppo bene. Controllare il nostro telefono è diventato parte della routine quotidiana – quando ci svegliamo, prima di andare a letto, mentre stiamo aspettando l’autobus, seduti sul WC – ma è importante utilizzare la tecnologia a tuo vantaggio invece di lasciare che prenda il controllo della tua vita. I mezzi social sono dei grandi distrattori digitali al punto che per alcuni di noi mettere da parte il telefono / computer portatile per ore, o giorni è fonte di ansia. Quello che puoi fare ad esempio è destinare il tuo tempo a controllare le email, ecc per agevolare la mente, alleggerirla, e darle quel tempo di inattività di cui ha bisogno.

Source: Sporteluxe

Volere è potere: 9 modi di aumentare la tua forza mentale

Il talento è importante, ma il successo si basa sulla persistenza, la messa a fuoco e sul rialzarsi velocemente dopo un fallimento o una critica. Per fortuna, la forza mentale si può sviluppare, non è una qualità che sia ha o non si ha. Certo, alcune persone possono avere più autodisciplina, altre possono essere più capaci di resistere alle tentazioni. Ma questo non accade perché si è nati “speciali”, ma perché queste persone hanno imparato ad esserlo.

Volere è potere: 9 modi di aumentare la tua forza mentale

1. Assumi sempre il completo controllo.
La maggior parte delle persone che realmente nella vita hanno avuto successo non aspettano la buona sorte. Si comportano come se il successo o il fallimento dipendessero totalmente dal loro controllo. Evita di sprecare energia mentale, preoccupati di ciò che ti può accadere e impegnati affinché le cose succedano. (Se poi sei fortunato, ehi, è anche meglio.) Non puoi controllare ciò che la fortuna fa per te, ma puoi sicuramente controllare quello che fai per te stesso.

2. Fai un numero minore di scelte
Tutti abbiamo una certa riserva di energia mentale per esercitare il nostro autocontrollo. Più sono le scelte che fai ogni giorno, più impegnato sarà il tuo cervello – e più inizierai a cercare scorciatoie. Dopodiché inizierai a essere impulsivo, imprudente, a prendere decisioni che non dovresti perché intanto avrai esaurito l’energia mentale che ti serve per attuare scelte intelligenti. Ecco perché meno scelte devi fare, più scelte intelligenti farai! Come quando si dice bevi più acqua e meno CocaCola. Facile: lascia tre bottiglie d’acqua sulla scrivania, così non sarà necessario andare al frigorifero e fare una scelta. 😉 Le scelte sono il nemico della forza mentale.

3. Metti da parte le cose sulle quali non puoi avere potere
La forza mentale è come la forza muscolare – nessuno ha una quantità illimitata. Quindi, perché sprecare il tuo potere sulle cose che non puoi controllare? Fai quello che puoi.

4. Guarda al passato come una preziosa esperienza
Il passato è prezioso. Impara dai tuoi errori e da quelli altrui. Poi lascia andare. Più facile a dirsi che a farsi? Dipende dal tuo punto di vista. Quando ti succede qualcosa di brutto, vedila come un’opportunità per imparare qualcosa che non sapevi. Quando un’altra persona fa un errore, non solo puoi imparare da esso ma puoi vederlo come un’opportunità per essere gentile, indulgente, e per provare comprensione. Il passato è esperienza, formazione ma non ti definisce. Pensa a cosa è andato storto, ma solo per capire dove puoi fare meglio la prossima volta.

5. Celebra il successo degli altri.
Non pensare che chi ha successo, oscura la tua stella. Il risentimento risucchia una massiccia quantità di energia mentale, che sarebbe molto meglio impiegarla in altro. Quando un amico fa qualcosa di grande, questo non ti toglie la possibilità di fare qualcosa di altrettanto grande. Crea e festeggia, solo così troverai ancora di più la forza in te stesso.

6. Non lamentarti
Le tue parole hanno potere, in particolare su di te. Lamentarti dei problemi che hai ti fa sentire peggio, non meglio. Quindi, se qualcosa non va, non perdere tempo a lamentarti. Investi energia mentale per migliorare la situazione. Perché perdere tempo? Sistemala ora. Non parlare di ciò che è sbagliato. Parla di come farai meglio le cose, anche se questa conversazione è solo con te stesso. Fai lo stesso con i tuoi amici o la famiglia: non basta fare da spalla su cui piangere. Gli amici non permettono agli amici di lamentarsi! Gli amici aiutano gli amici a fare meglio nella loro vita. Leggi anche Combatti ansia e stress con l’esercizio di rilassamento

7. Non cercare di impressionare gli altri, impressiona te
Nessuno ti ama per i vestiti, l’auto, il tuo titolo di studio. Queste sono tutte cose. E un rapporto che non si basa sulla sostanza non è una vera e propria relazione. Le relazioni autentiche ti renderanno felice, e si costruiscono nel momento in cui la smetti di cercare di impressionare e inizia a provare ad essere semplicemente te. Potrai spendere così più energia mentale per le persone che davvero contano nella tua vita. Non sprecarla.

8. Rivedi costantemente i tuoi obiettivi a lungo termine
Se dici che vuoi costruire una grande azienda; quando sei mentalmente stanco, è facile pensare che farai del tuo meglio domani, e non oggi. Se dici che desideri ritrovare la forma fisica; quando sei mentalmente stanco, è facile pensare che inizierai a cambiare le tue abitudini alimentari e di esercizio di Lunedì , e non oggi. La stanchezza mentale ti fa seguire  la via più facile – anche se ti porta nella direzione sbagliata. Un amico ha una sua foto sul frigorifero di quando pesava 150 kg. Per ricordare costantemente a se la persona che non vuole tornare a essere. Un’altra mia amica ha un elenco di obiettivi sul suo computer così è costretta a guardarli ogni giorno. Nei momenti in cui sei più impulsivo, usa dei ricordi tangibili, associati al tuo obiettivo, per interrompere l’impulso e tenere la strada giusta

9. Gratitudine
Prenditi un secondo ogni sera prima di spegnere la luce e, in quel momento, smetti di preoccuparti di ciò che non hai o di ciò che altri hanno o fanno. Pensa a quello che hai tu. E sii grato a te stesso. Ti senti già un po’ meglio, non è vero? Sentirti meglio con te stesso è il modo migliore tra tutti per ricaricare le tue batterie mentali.

 

Prima di eseguire l’allenamento non dimenticare di eseguire il riscaldamento. Leggi anche Esercizi di riscaldamento: 4 benefici e 3 esercizi da fare

Iscriviti alla newsletter e ottieni il 15% di sconto sul primo acquisto e la spedizione gratuita


6 esercizi yoga per rilassarsi e stare bene

Domenica uguale relax uguale divano. E anche se non è domenica rilassarsi è un atto d’amore verso te stessa, dovuto. Ma se ci pensi bene, il terzo step non dev’essere necessariamente il risultato finale dell’equazione. E’ possibile rilassarsi senza poltrire sul divano, eseguendo semplicemente qualche esercizi yoga, che ti permetterà di sentirti più energica durante la giornata.

Iscriviti alla newsletter e ottieni il 15% di sconto sul primo acquisto e la spedizione gratuita

Workout: 6 esercizi yoga per rilassarsi e stare bene

Gambe incrociate
Mettiti comodamente seduta a gambe incrociate per 5 minuti. Presta attenzione alla respirazione: butta dentro e fuori l’aria a intervalli uguali. Prova a portare le mani sulla cassa toracica focalizzandoti sul diaframma mentre respiri.
Lunge da runner
Effettua un lunge, portando avanti la gamba sinistra facendo attenzione che il ginocchio sia perpendicolare al piede e non superi la punta. Poggia il tallone destro sulla parete alle tue spalle, così che ti sentirai stabile nel terne la posizione e aprire il bacino. Porta il busto in avanti, in maniera da toccare con la parte superiore del copro sulla coscia sinistra e le mani parallele al piede, poggiate per terra.
Lunge con braccia verso l’alto
Dopo aver inspirato ed espirato un paio di volte nella posizione sopra, mantieni la pozione di lunge, stacca il busto dalla coscia sinistra, e raggiungi una posizione retta portando le braccia diritte e parallele sopra la testa, come a voler toccare il soffitto. Fai attenzione a tenere le spalle giù. Tieni i fianchi in linea e attenta a non disallineare fianco della gamba che è dietro il corpo. Tieni la posizione per un paio di respiri e ripeti i due lunge con l’altra parte del corpo.
figura 4 gambe su
Figura 4 con fianchi aperti
Distesa supina, alza entrambe le gambe dal pavimento e piegale a 90°, con il piede sinistro piatto sul muro. Incrocia il ginocchio sinistro su quello destro. Questa è la “figura 4”. Tenendo questa posizione, porta le mani sotto la coscia sinistra e spingila gentilmente verso il busto, aprendo i fianchi. Tieni la posizione per 60 secondi, poi cambia gamba e passa all’altro lato.
Torsione della schiena
Accertati di poter compiere il movimento, prima di eseguirlo o comunque eseguilo gentilmente. Distesa supina, porta le gambe piegate verso il petto, abbracciandole. Rilascia l’abbraccio, e porta le gambe verso il lato sinistro inspirando, tenendole sempre piegate ad altezza fianchi. Portale di nuovo verso il centro ed espirando, ruota verso il lato opposto.Per finire l’esercizio distendi le gambe verso di te, supina, e compi un paio di respiri profondi.
Dopo aver eseguito questi esercizi yoga, passerai una giornata in totale relax!

Prima di eseguire l’allenamento non dimenticare di eseguire il riscaldamento. Leggi anche Esercizi di riscaldamento: 4 benefici e 3 esercizi da fare

Iscriviti alla newsletter e ottieni il 15% di sconto sul primo acquisto e la spedizione gratuita


Il trucco mentale che fa di te un campione

Cos’è che rende una persona un campione?

Secondo un nuovo studio pubblicato sulla rivista Frontiers, ciò che rende uno sportivo un campione del mondo non sarebbero i vantaggi derivanti da apparecchiature ad alta tecnologia o dal migliore allenatore possibile, ma un qualcosa che ha più a che fare col loro modo di vedere e affrontare le sfide. Un setting mentale diverso rispetto il fallimento e le battute d’arresto.

Lungo la strada per la vittoria, gli ostacoli sono un dato inconfutabile. Per tutti. Allenatori e atleti sostengono che superare le sfide è di vitale importanza per lo sviluppo mentale della persona.

Per provare questa idea, un gruppo di ricercatori ha intervistato gli atleti di diversi sport (calcio, canottaggio, sci, sport da combattimento) classificandoli in migliori tra i migliori – buoni – sufficienti; I risultati mostrano che tutti gli atleti hanno sperimentato più o meno la stessa quantità di battute d’arresto. A cambiare le carte in tavola, a fare la differenza è il loro atteggiamento.

Iscriviti alla newsletter e ottieni il 15% di sconto sul primo acquisto e la spedizione gratuita

I campioni mantengono una mentalità settata sul “non sono soddisfatto”, che permette loro di continuare a spingere su se stessi, accogliendo le sfide come opportunità di crescita. Una persona con questo tipo di attitudine mentale determinata e positiva è capace di guardare oltre il singolo fallimento o sconfitta.

Che cosa significa questo per il tuo lavoro, la tua vita o per il tuo training? Non abbatterti per settimane e settimane e non mollare la prossima volta che subisci una sconfitta, una delusione o un infortunio.

Incanala la mentalità del tuo campione interiore e utilizzala come motivazione per tornare sulla tua strada, per percorrerla a passi ancora più grandi e più veloci che mai.

Prima di eseguire l’allenamento non dimenticare di eseguire il riscaldamento. Leggi anche Esercizi di riscaldamento: 4 benefici e 3 esercizi da fare

Iscriviti alla newsletter e ottieni il 15% di sconto sul primo acquisto e la spedizione gratuita


Cambiare mentalità trasformerà la tua vita

Se vuoi iniziare a vivere la vita su un altro livello, hai bisogno di mettere in atto alcuni cambiamenti di mentalità.

Il modo in cui pensiamo determina, in gran parte, il nostro destino. La qualità delle nostre relazioni, il loro successo e la felicità dipende, tra le tante altre cose, dalla nostra mentalità. Abbiamo tutti un talento, ma ci sono diverse variabili per spiegare perché alcune persone hanno più successo di altre.

Qui puoi leggere tre cambiamenti di mentalità che trasformeranno la tua vita per sempre.

1. Crescere attraverso i momenti difficili invece di viverli passivamente.

Uno dei più importanti cambiamenti che potrebbero farti vedere la vita sotto una luce diversa è quello di crescere attraverso i momenti difficili e scoraggianti invece di passare attraverso di loro. Non è facile e dovrai fare un grande sforzo ma i risultati finiranno per modificare la tua vita.

Alcuni dei più grandi fallimenti e avversità possono finire per diventare tra le tue più grandi opportunità (e benedizioni  che manderai) – tutto perché puoi scegliere di crescere intenzionalmente grazie a loro, invece di  viverli passivamente. Leggi anche Come essere più ottimista in un mondo troppo critico

Legging floreali Onzie – clicca per acquistare

2. La fiducia è il tuo carburante, non la tua paura

Tutti noi proviamo fiducia e paura, quest’ultima talvolta può diventare un grande ostacolo. Quando questo succede, la paura diventa il tuo carburante più di quello che alimenta la fiducia che hai in te. La paura è normale, è sana (è un istinto che ci permette di sopravvivere). Anche i migliori la sperimentano, ma quello che fanno quando hanno paura, è affrontarla a testa alta, riconoscendola e reagendo ad essa con consapevolezza. Spostano la loro mentalità; quando avvertono paura, reagiscono ad essa a testa alta. Incanalano la mentalità sulla fiducia che hanno nelle loro possibilità, alimentandola.

Alimentare la fiducia, significa guardare al di là del solito modo in cui affronti gli eventi, e flirtare con tutte le altre possibilità, pensando ai risvolti positivi più che prestare attenzione a ciò che potrebbe andare storto.

Questo piccolo e semplice cambio di mentalità non solo ti aiuterà ad arrivare dove vuoi andare, ma ti risolleverà lo spirito e non ti farà pensare a tutte le difficoltà che hai vissuto lungo il percorso. Ricorda che non viene fuori nulla di positivo dall’alimentare le tue paure, piuttosto che la tua fiducia.

Leggi anche Anno nuovo, obiettivi fitness nuovi! Ecco qualche suggerimento.

3. Ama il percorso più del risultato.

Molte persone preferiscono concentrarsi sul risultato e l’obiettivo desiderato invece di assaporare il percorso che li porta a destinazione. Gli ostacoli, le sfide, le notti insonni: questo percorso verso il successo è ciò che costruisce un campione.

Chi ha una mentalità vincente ama il percorso, il viaggio, non importa quanto difficile possa essere.

La crescita, la forza, la perseveranza, il coraggio sono quell’insieme di abilità dei più grandi uomini e donne che hanno fatto la storia. Imparare ad amarlo ti darà un vantaggio che ti renderà competitivo nella vita e negli affari. E questo è impagabile.

Prima di eseguire l’allenamento non dimenticare di eseguire il riscaldamento. Leggi anche Esercizi di riscaldamento: 4 benefici e 3 esercizi da fare

Iscriviti alla newsletter e ottieni il 15% di sconto sul primo acquisto e la spedizione gratuita


Automotivarsi? Ecco 7 trucchetti utili da mettere in pratica

La tua sveglia suona alle 7 del mattino, vai in palestra o riinvii la sveglia? Vogliamo poi parlare della pila di vestiti da lavare? E quei 132 messaggi di posta elettronica non letti nella posta in arrivo, li sposti nel cestino? Ci sono tonnellate di cose che dovremmo fare ogni giorno, ma ogni volta la motivazione cala e passare all’azione diventa un ostacolo insormontabile. Ma in realtà, come gestisci il tuo tempo? Puoi essere più produttiva nel tuo quotidiano? Ecco 7 trucchetti per automotivarsi. 

Iscriviti alla newsletter e ottieni il 15% di sconto sul primo acquisto e la spedizione gratuita

VISUALIZZA IL SUCCESSO
Prova a visualizzarti come se fossi già al traguardo. Chiudi gli occhi per 5 minuti, parla con te (e risponditi), immagina… come ti senti una volta raggiunto il tuo obiettivo? Come sarà il risultato? E com’ è stato il percorso che hai fatto per arrivarci?
Il cervello non conosce la differenza tra un pensiero, un qualcosa che immagini e la realtà, quindi questo esercizio è efficace perché sotto un certo punto di vista, è come se gli obiettivi, il traguardo e il successo, nel tuo cervello li hai già raggiunti! Questo trucchetto, se fatto bene, può rendere più semplice il modo in cui affronti le situazioni che ti creano agitazione e l’esercizio di visualizzazione di un risultato positivo ti carica e ti sprona a fare il primo passo verso l’azione. Leggi anche Obiettivo perdita di peso in eccesso? 4 modi per sopravvivere alla vita da ufficio

PIANIFICA IN ANTICIPO
Capire le priorità di ciò che devi ottenere e di cosa deve essere fatto. Focalizzati sulle priorità che hai di giorno in giorno; crea un elenco (non più di 3 a 5 punti) per il giorno successivo. Poi programma la tua giornata come se fossero dei veri e propri appuntamenti. Leggi anche 5 Motivi per iniziare a pianificare i pasti. Ora!

TENDITI UNA TRAPPOLA
Metti in calendario sul tuo smartphone, o scrivi sulla tua moleskine, delle scadenze “false” cioè, aggiungi gli impegni che avrai in una data anteriore rispetto quella reale, in questo modo puoi stare certa che inizierai i tuoi progetti molto prima. Così facendo, i progetti a lungo termine si guadagneranno lo stesso grado di attenzione dei progetti a breve termine