Articoli

Workshop Yoga: Heart Openers & Beyond. La giornata di Genova

Proprio come puoi aprire il cuore nei tuoi pensieri ed emozioni, puoi anche praticare l’apertura dello spazio del cuore nel tuo corpo fisico.  “Andare oltre” è dove ti conducono #TheTwoMartinas (Martina Sergi e Martina Rando) con il loro workshop yoga HEART OPENERS & BEYOND.

Martina Kalos & Claudia Casanova

Attraverso l’insegnamento di una respirazione lenta, dolcemente espansiva, Martina Sergi inizia a rompere la rigidità della gabbia toracica e l’armatura di muscoli del torace, della schiena e addominali, associando movimenti che aiutano il corpo a seguire il respiro, composti armoniosamente in una sequenza modellata sul Saluto al Sole.

Martina Kalos

La serie di asana di Martina Rando fluisce attraverso affondi con apertura del petto, piegamenti all’indietro e torsioni del torace; pose ristorative; e concentrazione sul muoversi lentamente con il respiro. Le posture più attive fanno muovere l’energia nel cuore, mentre le pose rigenerative fanno riposare il sistema nervoso centrale.

Martina Kalos

Poi..prendi un compagno e prova una sequenza di aperture del torace costruite in modo divertente per creare fiducia, forza e comunicazione e anche qualche risata a cuor leggero!

Martina Rando, Martina Sergi & Martina Kalos

Così le #TheTwoMartinas hanno conquistato i nostri cuori!



5 cose da sapere prima di iniziare l’allenamento con pesi

Nel 2017 l’idea per cui l’allenamento con pesi ti faccia diventare una specie di Hulk in gonnella, è ormai obsoleta come poche. Sono infatti tantissime le donne che intendono approcciarsi all’allenamento con pesi.

Lilybod leggings Coco Super Future – clicca per acquistare

Se anche tu sei tra loro, ecco le 5 cose che devi sapere prima di iniziare l’allenamento con pesi.

Non vedrai i risultati che tanto speri di ottenere se non mangi in maniera corretta. L’idea che gli “addominali” si costruiscano in cucina non è sbagliata è andrebbe trasferita a tutti gli altri muscoli del corpo. Un’alimentazione pulita e corretta dovrebbe essere alla base di ogni allenamento. Non cadere nel tranello del mangiare poco per raggiungere prima i risultati ed evita i cibi estremamente lavorati e confezionati. Inizierai a vedere già dopo poche settimane qualche risultato.

Tieni traccia di tutto ciò che fai. Tradotto: tieni traccia di quanto peso alzi in maniera tale da controllare che i progressi siano costanti. Utilizza un diario o banalmente una qualsiasi applicazione ad ogni singola sessione. Inoltre questo piccolo trucchetto, servirà a tenere alta la motivazione.

Non vergognarti di chiedere a qualcuno di farti una foto. Se non ti alleni davanti ad uno specchio non puoi controllare la forma. Per ovviare al problema, nel caso il posto in cui ti alleni non dovesse essere dotato di specchi, trova qualcuno disposto a farti una foto. Riuscirai ad apportare dei miglioramenti alla forma e conseguire i risultati per cui tanto lavori.

Avrai ancora bisogno di fare cardio. Già vediamo il tuo umore modificarsi, purtroppo è la dura verità. Cerca di apportare variazioni alle tue routine di allenamento , così ti sarà meno pesante affrontare le sessioni dedicate al cardio.

Puoi alzare carichi più pensati di quello che credi. Le donne, al contrario di quello che si può pensare, hanno una grande capacità di alzare carichi pesanti, se performano gli esercizi in forma corretta canalizzando la forza nella giusta direzione.



Per un corpo scolpito esegui l’allenamenti HICT. Scopri come.

Siamo tutti in fermento per la prova costume, sia coloro che hanno passato tutto l’inverno ad allenarsi sia coloro che si sono ridotti ad un’iscrizione in palestra last minute a fine maggio. Come ogni programma di allenamento che si rispetti, soprattutto se l’obiettivo è sfoggiare un corpo scolpito e fisico asciutto, il cardio rimane sempre e comunque una parte fondamentale. E se ad oggi le hai provate tutte, ma senza raggiungere i risultati che ti aspettavi, Men’s Health ha la soluzione che fa per te.

Viene definito come l’allenamento aerobico mandato in terra dal paradiso dei “lifters”, e si chiama HICT – ovvero High Interval Continuous Training.

CLicca per acquistare i leggings VIGG

Come funziona l’allenamento HICT?

Si tratta di una sessione aerobica lenta, così che il tuo corpo non andrà mai al di sopra dei 150 battiti per minuti. Eseguirai una sola ripetizione esplosiva a distanza di pochi secondi con carico pesante. E continuerai ad eseguirla per 5-7 minuti di fila.

Non fatevi prendere dall’entusiasmo, e prima anche solo di provare ad eseguire un allenamento del genere, ricordatevi di verificare il vostro livello di fitness con una persona esperta. Sicurezza prima di tutto.

La formula è particolarmente gradita ai bodybuilder, perchè migliora la capacità di allenamento aerobico, ma anche la resistenza delle fibre muscolari che si contraggono velocemente, ovvero quelle che hanno maggiore potenziale di crescere e rinforzarsi.

Con l’allenamento HICT non consumerai queste fibre, migliorandone la durata per sopportare carichi più pesanti e più a lungo, la volta successiva che alzerai pesi. E sebbene ogni ripetizione è veloce ed esplosiva, il ritmo totale dell’allenamento è lento, permettendo quindi ai tuoi muscoli di recuperare più velocemente.

Come eseguire l’allenamento HICT?
  • Scegli un’esercizio tra quelli elencati da Men’s Health, eseguilo alla massima potenza per 3-5 secondi fino ad un totale di 7 minuti. Ecco, hai finito un round. Te ne toccano altri due, con pausa di 5 minuti tra i round.
  • Fai attenzione a non superare o scendere sotto i 140-150 battiti al minuti. E se non hai un cardiofrequenzimetro, allora respira unicamente tramite il naso. Se non riesci a mantenere la respirazione a questo livello, allora ti stai allenando ad un’intensità troppo elevata oppure hai bisogno di abbassare la resistenza.

Stationary bike: Imposta un livello di resistenza elevato. Esegui un intero giro con i pedali. Questa conta come una ripetizione.

Step up su plyo box con pesi. Meglio se indossi un gilet zavorrato. La dinamica è la stessa dello step up su plyo box senza peso, ricordati solo di non appoggiare la gamba che rimane indietro alla box una volta terminata la salita. Ripeti il movimento dal lato opposto. Questa conta come una ripetizione.

Nuovi arrivi ogni settimana – 10% off con iscrizione alla newsletter.

Sled: Attacca una corda ad uno sled con pesi. Lascia la corda per terra ben distesa. Dirigiti verso l’estremità della corda. Con la faccia rivolta allo sled, impugna la corda con entrambe le mani utilizzando un’impugnatura che vede i palmi rivolti verso l’alto. La mano destra è davanti a quella sinistra con un po’ di distanza tra le due. Le gambe sono divaricate a distanza fianchi. In maniera esplosiva tira la corda verso gli addominali così che lo sled si muova in avanti. Lascia la corda con la mano sinistra e riposizionala davanti a quella destra e tira di nuovo. Questa vale come una ripetizione. Ogni 2-3 ripetizioni distanziati dallo sled.

Che dire non resta che provare, ma sempre responsabilmente e assicurandosi prima di poter eseguire quanto descritto, del resto chi vorrebbe interrompere il proprio allenamento per infortunio proprio a pochi giorni dalla prova costume?



Dolore all’anca: muscolo psoas e retto femorale contratti

Sono 27 i muscoli attraversano l’anca, e quando sentiamo un dolore all’anca, non c’è da stupirsi che sia difficile individuare la fonte di dolore.  Questi 27 muscoli hanno bisogno lavorare in perfetta armonia perchè l’anca funzioni al massimo delle sue pontenzialità. Qualsiasi disfunzione a livello muscolare o livello di articolazione può ostacolare potenza e prestazioni. L’articolazione dell’anca è dove l’osso della coscia (femore) si unisce al bacino e lo rende un sistema molto robusto. Se per qualche motivo si sente un pop improvvisa o l’insorgenza di dolore severo, è meglio consultare un medico prima che poi a causa della possibilità di una lacrima.

L’ileopsoas (psoas) e dei muscoli del retto femorale sono due muscoli articolari dell’anca che sono comunemente trattati in Medicina Fisica avanzata. Dolore nella regione lombare, dolore inguinale o la sensazione di debolezza dell’anca possono essere attribuiti alla mancanza di elasticità di questi muscoli. La causa principale è lo stile di vita sedentaria che fa sì che il muscolo psoas tenda ad accorciarsi.

L’urv sport bra – Clicca per i dettagli

Quando questo accade può succedere che:

  • si sente una dolorosa pressione contro la capsula dell’anca che provoca dolore nella parte anteriore dell’anca
  • si costringe il retto femorale ad un superlavoro provocando dolore o dolore nella parte anteriore della coscia
  • si accentua la curvatura della colonna vertebrale nella parte bassa della schiena, che costringe i muscoli della schiena per tirare costantemente indietro per mantenere la schiena dritta che si traduce in mal di schiena e spasmo.
Alcuni consigli per mantenere il muscolo psoas e retto femorale sciolti ed evitare un dolore all’anca
  • Esegui esercizio di allungamento. Difronte al letto o divano, esegui un affondo tenendo la gamba di dietro posizionata sul letto o divano.  Mani sui fianchi. Ora, guida i fianchi leggermente in avanti e verso il pavimento. Esegui il movimento in maniera delicata e mantieni la posizione per 15 secondi.
  • Alzati e cammina. La cos peggiore che puoi fare per questi muscoli, è passare la gionata seduta. Cerca di alzarti e camminare durante il giorno.
  • Foam Roll. Utilizza un foam roll per allungare i muscoli troppo contratti. A pancia in giù con il foam roll a livello dell’inguine, cerca di rotolare la regione dell’anca su e giù, oltre l’osso pelvico a metà coscia.

Source. apmct.com



9 cose che l’istruttore della tua classe di fitness detesta

,

classe fitness

  1. Quelli che arrivano tardi. Prova a chiedere a qualsiasi istruttore se questa non è in cima alle cose peggiori che puoi fare. Non solo è una mancanza di rispetto per l’istruttore ma anche per gli altri partecipanti alla classe. Molte classi hanno infatti delle policy relative ai ritardi. Certo tutti possono sbagliare, ma se diventa un’abitudine va  cambiata immediatamente.
  2. Partecipanti chiacchieroni. Avere un compagno di allenamento, può essere fonte di grande motivazione. Il problema sorge quando la chiacchiera si sovrappone alle indicazioni dell’allenatore. Cerca, dunque, di chiacchierare dopo la classe.
  3. Quelli che non ascoltano. durante la classe molti allenatori chiedono se l’esecuzione degli esercizi è chiara. A volte le informazioni da assorbire sono così tante, che non si può pretendere che tutti ricordino ogni parola. La cosa peggiore che puoi fare è non ascoltare e decidere di fare comunque di testa tua.
  4. Mancanza di educazione e rispetto. Avere un atteggiamento di superiorità o di snobismo è vista come una mancanza di educazione e rispetto
  5. Andare oltre i propri limiti senza badare all’esecuzione dell’esercizio. Chi di voi, per provare qualcosa a se stessa, non ha mai utilizzato pesi più pesanti del dovuto? Bene sappiate che non è una cosa apprezzata. Cercate piuttosto di essere aperti ai suggerimenti e consigli degli esperti.
  6. I fannulloni. Fermarsi anche pochi minuti prima del tempo conta come gettare la spugna per un allenatore. L’idea è quella di utilizzare tutto il tempo a disposizione possibile nella maniera più efficace. Se un istruttore da il 100% dovresti farlo anche tu!
  7. Quelli che usano il telefono. Non c’è niente di peggio di qualcuno che durante l’allenamento prende il telefono e interrompe la lezione. A meno che non siete dottori con reperibilità h 24, non c’è motivo di tenere il telefono a portata di mano durante l’allenamento.
  8. Scarsa igiene. E’ noto a tutti il fatto che durante una classe si sudi, ma questa non è una buona ragione per non metter il deodorante…
  9. Mancanza di sincerità. Se il tuo trainer ti chiede se ti sei fatto male, dovresti dirgli la verità così che potrà consigliarti al meglio ed eventualmente aiutarti a modificare l’esercizio.





Peso, bilancia e allenamento: 4 cose da sapere

Peso, bilancia e allenamento. Se ti stai allenando, mangiando in maniera corretta, magari hai perso un paio di cm sul giro vita, ma quando si tratta di salire sulla bilancia, scopri che hai messo su peso.

Legging Vigg – clicca per acquistare ai saldi

Non trarre conclusioni affrettate. Mettere su peso, un po’ di peso, stando alla  bilancia è fuorviante, soprattutto se ti stai comportando in maniera esemplare.

4 cose da sapere su peso, bilancia e allenamento

  1. L’acqua che bevi può farti guadagnare peso. Pensi di aver perso molto peso durante una sola lezione di spinning? Non ti esaltare troppo, è solo acqua persa sotto forma di sudore. E la quantità d’acqua che hai nel corpo influisce sui numeri che vedi sulla bilancia. L’acqua presente nel corpo può far pendere l’ago della bilancia di circa 4 kg.
Acqua - thefancy.com

Acqua – thefancy.com

  1. Numerosi fattori possono impattare il peso – incluso l’allenamento. Hai mai notato che dopo un intenso workout il peso va su? E’ normale, non vuol dire che si è messo su peso. La massa corporea è una combinazione di muscoli, grasso, ossa, cervello e tratto neurale, tessuto connettivo, sangue e così via… Subito dopo un intenso workout la percentuale di massa in tutte queste categorie può variare del 15%. L’ago della bilancia quindi penderà su un peso maggiore a causa di alcuni fattori come lo stato di idratazione, l’infiammazione dovuta al processo di riparazione dei muscoli, perfino l’urina e il volume del sangue.
  2. I muscoli non pesano più del grasso. Un luogo comune è relativo al fatto che i muscoli peserebbero più del grasso. Questo non è vero, hanno lo stesso peso, quello che cambia è la densità che è maggiore per quanto riguarda i muscoli. Quindi quando inizi a modificare la tua massa corporea perché stai lavorando sulla massa magra, iniziando a perdere peso, la bilancia chiaramente te lo segnala. Un cambiamento di questo tipo non succede in mesi, ma in giorni e settimane, dunque è inutile usare la bilancia in questo senso.

Leggings e sport bra lilybod – fonte Instagram – clicca per acquistare

  1. La bilancia non dice nulla sul tuo livello di fitness o la composizione corporea. Il che vuol dire che se hai necessità di sapere a che livello di preparazione fisica sei, la bilancia non è uno strumento appropriato, piuttosto utilizza strumenti che ti danno indicazione sulla composizione corporea. La bilancia è un ottimo strumento per tracciare i progressi, ma non deve essere l’unico e soprattutto è inutile farsi ossessionare con misurazioni quotidiane. Ricorda: perdere peso non vuol dire necessariamente essere più allenati, vuol dire che si è più leggeri, che è un’informazione che lascia il tempo che trova.

Source: shape.com

 



I 3 migliori consigli dagli atleti del fitness

Consistenza nell’alimentazione e nell’allenamento sembrano essere il comune denominatore dei must do degli atleti del fitness. Anche la motivazione gioca un ruolo importante. Ma vediamo nel dettaglio quali sono i consigli dagli atleti del fitness.

Consiglio #1: Non fare dell’alimentazione una  questione di stato o lo diventerà

“Mi è sempre piaciuto mangiare sano e come mi fa sembrare e come mi fa sentire” dichiara Tiffani Gastone modella e competitor di figura NPC. “ Non faccio nulla di estremo, perchè fortunatamente non ne ho bisogno” MA Gaston ha molto di più che i geni dalla sia parte. “Sono abbastanza costante con l’alimentazione e l’allenamento. Quando si guadagna peso, devi solo perderlo nuovamente, ne paga il prezzo il tuo corpo”.

 Gaston è sempre stata una sportiva, ginnasta sin da piccola e atleta prima di iniziare a competere a livello nazionale come bikini model. Tre anni fa ha iniziato a seguire un programma alimentare paleo. “I risultati hanno parlato da soli”. “Cerco di ispirarmi ai piatti che provo in ristoranti vari, apportando delle modifiche healthy facendo scelte più salutari, così posso mangiare senza sensi di colpa. In più esercito la mia creatività” Una sostituzione frequente è quella cavolfiori e patate oppure zucchini e noodles. La chiave è la consistenza, seguire un’alimentazione impeccabile durante la settimana con l’eccezione di un pasto a settimana o due senza particolari restrizioni  Il fatto di avere delle proteine, verdure e frutta a portata di mano, è fondamentale. Fare una buona spesa e condire con spezie aiuta a mettere in atto i buoni propositi.

 Tip: Molte persone sono abituate a salare gli alimenti ancora prima di assaggiarli. Usare spezie come curcuma, curry, cumino, cayenne, aglio può dare un incredibile sapore ai cibi senza dover aggiungere ulteriore sodio.

L’urv – Fever Pitch Moto Legging Navy – clicca per acquistare

Consiglio #2: Mangiare sano non vuol dire mangiare senza gusto.

“Da piccola ero sovrappeso e non c’è da stupirsi visto i miei sono dei cuochi favolosi”. Dice Lori Harder, bikini model, che cucina i suoi piatti sin da piccolina. Ma con l’età ha realizzato come il  modo di mangiare stesse contribuendo a farle sentire un senso di letargia. Così decise di cambiare rotta e iniziare ad allenarsi. Ma fece un’altra scoperta: spesso mangiare sano voleva dire mangiare senza molto gusto. “Mi rifiuto di mangiare così per il resto della vita per avere il corpo che desidero”. Così è tornata in cucina e si è data da fare per realizzare una versione più sana dei piatti che le piacevano. Ha iniziato a servirli così anche ai party con amici e parenti. “Nessuno immaginava potesse essere cibo sano e tutti ne andavano matti!”

Modellare braccia e addome con lo yoga per l’estate

Se senti la pressione dell’estate che si avvicina ecco che lo yoga può aiutarti a modellare braccia e addome per prepararti ad un’estate in trikini!

Se sei seduta alla scrivania tutto il giorno o sei presa dalle faccende casalinghe, beh forse l’estate non è il primo dei tuoi pensieri. Inoltre il tempo non aiuta, è inizio giugno e piove ovunque! In ogni caso chiacchiere a parte, sia che si tratti di prepararsi per indossare il primo costume della stagione o, parlando di cose più sensate, rinforzare muscoli e avere più energia, di sicuro vuoi iniziare a mostrare il meglio di te. Il che vuol dire essere disciplinata con l’esercizio fisico.

Il lato positivo divertente di un discorso così serio è che ci sono tipologie di allenamento per ogni livello di fitness, yoga, palestra, outdoor… insomma non è detto che per allenarti debba per forza darti a un’ora o due di palestra. Ed è anche comprensibile che se non hai pensato di iscriverti durante l’anno, di sicuro non lo farai proprio ora che, in teoria dovrebbero, iniziare le belle giornate.

Se ti rivedi nella situazione sopra descritta ti proponiamo quindi una via di mezzo, a bassa impatto adrenalinico, da sfruttare quotidianamente assecondando i tuoi tempi. Le dimostrazioni sono realizzate da  Celine Rahman di Elite Daily . Se prenderai l’abitudine di cimentarti in questa routine ogni giorno, potrai ritenerti soddisfatta dei risultati ottenuti in così poco tempo.

Modellare braccia e addome con lo yoga per l’estate

Modellare braccia e addome – Plank Pose to Chatarunga . Elitedaily.com

Downward Facing Dog to Warrior 2 – Elitedaily.com

Boat Pose – Elitedaily.com

Reverse Boat Pose – Eliedaily.com

Source: elitedaily.com

6 lezioni sul fitness che abbiamo imparato da Star Wars

Non tutti sanno che Star Wars non solo è uno dei film di più grande successo di tutti i tempi, ma anche una grande fonte di ispirazione, motivazione e lezioni sul fitness. E con Star Wars: The Force Awakens ,i trucchi Jedi per rimanere in forma non sono che aumentati.

Ecco le lezioni sul fitness che abbiamo scoperto

Allenati ogni giorno anche se le circostanze non sono ideali.

Luke e Yoda

Luke e Yoda

E’ facile allenarsi all’aria aperta con il sole. Proprio come chiunque può affinare le proprie skill nell’uso della spada laser con l’aiuto di un remoto di addestramento Marksman-H sul generatore gravitazionale artificiale assistito Millennium Falcon, giusto? Ma tutti sappiamo che Luke non ha compiuto il salto di qualità finché non è entrato in scena Yoda,  allenandosi nella palude di Dagobah, circondato da creature inquietanti, insultato da un trainer dalla grammatica discutibile. Paragonato a questo, le lezioni di spinning non ti sembrano più così malvagie dopo tutto.

Fai si che l’allenamento diventi parte integrante della tua giornata

Chewbaca

Chewbaca

E’ difficile organizzare ogni minuto della nostra giornata. Ma se c’è qualcuno che padroneggia l’arte del sovrapporre esercizio e obblighi, quello è Chewbacca, che ha mantenuto la sua figura da wookie portando in giro un C3PO in uno zaino mentre si cimentava ad eliminare storm troopers. Si fa quel che si può.

Capisci quando è il momento di riposarti e recuperare

Han Solo

Han Solo

Una delle cose più difficili del portare avanti uno stile di vita sano è sapere quando andarci piano e lasciare che il tuo corpo recuperi dopo un workout piuttosto intenso. Ecco perchè dopo aver schivato innumerevoli Caccia stellari TIE, aiutando Luke a rendere inoffensiva la Morte Nera, nascondendo Jabba the Hutt e Boba Fett, inoltrandosi nel pianeta ghiacciato di Hoth e dormendo nel ventre di lana di un Tauntaun, Han Solo si prende una pausa nella carbonite, l’ultimo bagno ghiacciato. Senza un piano di recupero come quello, di sicuro non sarebbe riuscito ad arrivare vivo per l’ultimo film.

Non prenderti troppo sul serio

Jar Jar Banks

Jar Jar Banks

Di sicuro La Minaccia Fantasma è stato un abominio, ma come il simpatico Jar Jar Banks ci ha insegnato…. lasciamo perdere era il peggiore.

Modifica il tuo allenamento per essere in from a e mantenerti atletica.

Principessa Leia

Principessa Leia

E’ facile cadere in una routine, e fare lo stesso tipo di workout ogni giorno. Tipo il runner che magari corre per km senza aver fatto mai un allenamento di rinforzamento muscolare, o il fanatico della sala pesi che ormai ha completamente perso l’abitudine all’allungamento. O puoi fare come la principessa Leia, l’originale  guerriera Ninja Alderaan. Dondola sul ponte della Morte Nera, combatte contro infinite storm troopers. Ha finito per salvarsi la vita essendo agile e veloce abbastanza da strangolare Jabba the Hutt con una catena.

Non è mai troppo tardi per ribaltare la situazione.

Darth Vader

Darth Vader

E’ facile, soprattutto quando si è in vacanza, lasciarsi andare con qualche aperitivo di troppo. E a volte questi scivoloni possono radicarsi nelle nostre abitudini quotidiane e modificare completamente il nostro stile di vita. Con questa considerazione vogliamo portarti a riflettere sull’intero significato di Star Wars, la seduzione del Lato Oscuro che Luke rifiuta, mentre Anakin (Darth Vader) accoglie. Ma come il padre di Luke ci ha insegnato ne Il Ritorno dello Jedi, se nel passato hai scelto una strada sbagliata, beh non pensare di dover seguire lo stesso percorso per sempre. E’ sempre possibile tornare indietro e dirigersi verso la luce. Di sicuro Darth Vader era un cyborg, dalla corazza blu mezza bruciacchiata morto immediatamente dopo aver abbandonato il lato oscuro, tuttavia anche da morto il suo fantasma aveva ancora il suo perché.   

Source: Furthermore.com

hamburger quinoa e zucchine

Hamburger quinoa e zucchine

Hamburger quinoa e zucchine ! È di nuovo il momento di sperimentare e provare questa nuova ricetta per il tuo hamburger vegetariano.

Clicca per visitare lo shop – Iscriviti alla Newsletter per ottenere il 10% di sconto sul primo acquisto

hamburger quinoa e zucchine

hamburger quinoa e zucchine

Ingredienti:

  • 1½ tazze (285g) quinoa bianca cotta
  • 1 (120g), zucchina media grattugiata
  • 1 tazza di foglie di menta tritata, più extra per servire
  • 2 uova, leggermente sbattute
  • 1 tazza (150 g) di farina
  • sale marino e pepe nero incrinato
  • 1/2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 250g formaggio magro o hallumi, affettato
  • 4 panini integrali, dimezzato
  • ¹/³ tazza (90g) condimento di pomodoro
  • 2 tazze (50g) foglie di spinaci o lattuga
  • 2 fette di pomodoro

Procedimento:

  1. Posiziona la quinoa cotta come da istruzioni sulla confezione, le zucchine, lamenta, le uova, la farina, il sale e il pepe in una ciotola e mescolare per combinare. Con le mani infarinate, forma il composto in 4 tortini e compatta bene.
  2. Scalda metà dell’olio in una grande padella antiaderente  a fuoco medio e cuoci le polpette per 3-4 minuti per lato o fino alla doratura.
  3. Aggiungi il formaggio/hallumi sul tuo burger finché non si scioglie per 1-2 minuti
  4. Intanto riscalda i panini e farcisci con spinaci, burger, pomodoro e menta

Porzioni per ricetta:  4 persone

Source: donnahay