Articoli

7 motivi per provare la pasta Fibregold se vuoi mantenerti in forma e fai sport

I carboidrati sono lo spauracchio di tutte le donne che vogliono rimanere in forma e la pasta  in particolare, emblema dei carboidrati, è croce e delizia per chi ama allenarsi in palestra.

Così come accade per tante altre circostanze, non si può fare di tutta un’erba un fascio. La ricerca scientifica soprattutto in campo alimentare, continua a sfornare scoperte che vanno incontro alle esigenze di salute e stile di vita, ma che fortunatamente tiene conto delle necessità degli sportivi. Se ancora non sei convinta che la pasta debba fare parte del tuo piano alimentare, inizia da una pasta come Fibregold.

Iscriviti alla newsletter e ottieni il 15% di sconto sul primo acquisto e la spedizione gratuita

Ecco 7 motivi per cui dovrei provare la pasta Fibregold se fai sport e vuoi mantenerti in forma.

Contiene un elevato quantitativo di fibre. Chi ha problemi di peso in eccesso, considera le fibre il sacro Graal del dimagrimento. Le proprietà delle fibre vanno dalla capacità di farti sentire piena più a lungo, al mantenere il tratto digestivo il buona salute.

Ha un basso indice glicemico, il che vuol dire che contrariamente agli alimenti con alti indice glicemico (come la pasta tradizionale), permette di innalzare la glicemia in modo più lento, evitando i cosiddetti picchi glicemici elevati, particolarmente nocivi soprattutto se stai cercando di perdere peso in eccesso.

E’ semplice da preparare (perfino coloro che sono negati ai fornelli riescono a fare un piatto di pasta) e con l’aggiunta di una proteina, ad esempio il salmone o alcune tipologie di legumi e verdura, può rappresentare un pasto unico perfetto.

L’amido resistente, presente nella pasta Fibregold, rappresenta il 16% circa dell’amido totale ed è composto esclusivamente da amilosio, quella frazione dell’amido, che resiste al processo di digestione da parte degli enzimi digestivi, pertanto, non essendo digerito ed assorbito attraverso l’intestino, riduce i livelli di zucchero nel sangue (glicemia).

La pasta Fibregold, ricca in fibre solubili (betaglucani e amido resistente) è particolarmente indicata per la protezione e supporto delle cellule del colon.

La pasta Fibregold è un alimento funzionale. Secondo la Commissione Europea può essere definito funzionale un alimento che consumato come parte di un regime alimentare normale, ha un effetto benefico su una o più funzioni dell’organismo in modo rilevante per il miglioramento dello stato di salute per ridurre il rischio di malattia al di là degli effetti nutritivi.

La pasta Fibregold è particolarmente indicata anche nell’alimentazione di chi svolge attività fisica intensa. I carboidrati infatti sono una fonte di energia che supporta la contrazione muscolare e forniscono energia immediata. Quindi se sei una fan degli allenamenti HIIT o Tabata, non puoi di certo saltare il tuo piatto di pasta a pranzo.

Prima di eseguire l’allenamento non dimenticare di eseguire il riscaldamento. Leggi anche Esercizi di riscaldamento: 4 benefici e 3 esercizi da fare

Iscriviti alla newsletter e ottieni il 15% di sconto sul primo acquisto e la spedizione gratuita


Ricetta pizza fit della nutrizionista a base di yogurt greco

La pizza è una piacere per il palato e per l’umore, tuttavia soprattutto in determinati regimi alimentari non è sempre possibile mangiala. Detto questo pensando a coloro che proprio non riescono a rinunciare alla pizza, ecco una ricetta pizza fit che a differenza dei video che circolano online, non prevede l’utilizzo di cavolfiori ma è a base di yogurt greco.

La ricetta è semplicissima da preparare non richiede l’utilizzo di impastatrici e non richiede l’utilizzo del forno. L’impasto è lo stesso del pane naan e questa volta come farina ho utilizzato quella di avena. Leggi anche Colazione del sabato: ricetta muffin di avena soffici

Ricetta pizza fit della nutrizionista a base di yogurt greco

  • 200 gr di farina d’avena
  • 150 gr di yogurt greco 0%
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato

Come procedere 

  • Unire tutti gli ingredienti in una ciotola
  • Impastare e Formare delle piccole palline
  • Stendere con il mattarello
  • Cuocere in padella con il coperchio
  • Guarnire con pomodoro

Prima di eseguire l’allenamento non dimenticare di eseguire il riscaldamento. Leggi anche Esercizi di riscaldamento: 4 benefici e 3 esercizi da fare

Iscriviti alla newsletter e ottieni il 15% di sconto sul primo acquisto e la spedizione gratuita


Allenamento e alimentazione in viaggio, ecco cosa fare

Quando decidi di intraprender e un percorso che include alimentazione sana e allenamento, hai la necessità di avere tutto sotto controllo.  Ma se sei una persona che per lavoro o piacere mangia molto, mantenere i tuoi propositi di healthy lifestyle può sembrarti quasi impossibile.

Il suggerimento migliore che possiamo darti è quello di vivere appieno il tuo viaggio ma dando la priorità alle tue buone abitudini e la salute a prescindere da quelle che sono le circostanze.Ad esempio se viaggi con un’amica e all’aeroporto hai voglia di un dessert prendi un assaggio dal suo invece di ordinarne uno tutto per te.

Oppure cerca di coinvolgere le persone che viaggiano con te nella tua routine di allenamento. La cosa sorprendere è che per quanto sia difficile questo piccoli accorgimenti possono fare davvero la differenza. Non perderai massa muscolare, non metterai su peso, il tutto godendoti appieno il tuo viaggio.

Ecco quindi 4 consigli da tenere sempre a mente quando viaggi per non perdere le sane abitudini:

Metti in valigia il tuo ultimo outfit da allenamento. Come tutte le volte che fai shopping, hai voglia di indossare immediatamente quello che hai acquistato, e nel caso dell’abbigliamento sportivo, una volta messo su, avrai di sicuro voglia di andare in palestra.

Clicca per acquistare il completino fitness e yoga Skimmed Milk

Porta con te un po’ di attrezzatura. Ovviamente non ti stiamo suggerendo di portare qualcosa di ingombrante, ma le fasce elastiche possono tornarti utile in qualsiasi occasione. Non tutti gli alberghi hanno una palestra! Leggi anche Attrezzi per allenamento glutei: Kate Hudson usa solo questo

Prepara in anticipo i pasti da consumare in aereo. Gli attacchi di fame in aeroporto sono i peggiori e non avendo sempre la possibilità di optare per una scelta healthy, conviene essere previdenti e mettere in borsa il tuo mix di frutta secca preferita o qualsiasi altra cosa ti faccia ignorare le tentazioni all’aeroporto. Tutti in forma con lo snack al cioccolato e mandorle

Utilizza la sveglia. Certo la sveglia non crea proprio un clima rilassato e di vacanza, ma è fondamentale utilizzarla per cercare di inserire almeno una breve routine di allenamento prima che tu sia troppo stanca per fare anche solo due passi. Puoi utilizzarla anche per ricordati di bere o di non saltare i pasti. Leggi anche 9 abitudini adottare per iniziare bene la giornata secondo i trainer



Macronutrienti e micronutrienti: 6 modi per assicurarsi di assorbirli

In generale, la maggior parte della popolazione ha un concetto di mangiare molto lontano da quello che è il nutrirsi, nutrire il proprio corpo con tutti i macronutrienti e micronutrienti di cui la natura ci fornisce. 

Come sappiamo, la prima digestione inizia in bocca, ed è un complesso processo innescato da enzimi che si trovano nella saliva e che per primi iniziano a “smantellare” gli amidi, gli acidi contenuti nello stomaco digeriscono le proteine, mentre i grassi vengono digeriti nell’intestino ed è qui che avviene il maggior assorbimento dei nutrienti.

Spesso però capita che ad interferire con questo processo ci sono una serie di abitudini sbagliate, stress o problemi di varia natura e così ci si sente stanchi, affaticati, gonfi ecc. 

Macronutrienti e micronutrienti: 6 modi per assicurarsi di assorbirli

1.Prima di tutto RALLENTA. Se sei il primo a svuotare il piatto, c’è una buona probabilità che tu non mastichi accuratamente i tuoi pasti. La masticazione è un processo fondamentale della digestione perché è tramite questa che vengono attivati i primi enzimi digestivi soprattutto per quanto riguarda i carboidrati, ma non solo. Cerchiamo quindi di masticare almeno 20/30 volte un boccone finché questo non assuma una consistenza giusta per poterlo mandare giù. Non solo ci sentiremo meno gonfi, ma avremo assorbito maggiormente i nutrienti in esso contenuti. 

2. CALMATI E GODITI IL PASTO. Il pasto dovrebbe essere sempre affrontato con calma, sedendosi ed assaporando ogni boccone. Questo perché quando si è in uno stato di stress o si fanno più cose contemporaneamente il cervello rilascia “ormoni dello stress” e questo è determinante, seppur indirettamente, all’insorgenza di disturbi digestivi ed irregolarità nello svuotamento gastrico.  Leggi anche Abitudini alimentari: mangiare in maniera emotiva

3.COMBINA GLI ALIMENTI Alcuni micronutrienti vengono assorbiti dal nostro corpo più lentamente quando mangiati da soli. Questo è il caso del ferro contenuto negli spinaci, ad esempio, che viene assorbito molto più rapidamente se consumati con una fonte di vitamina C come il limone. O ancora le vitamine liposolubili A, D, K ed E hanno bisogno di acidi grassi per l’assorbimento, quindi abbina alimenti ricchi di questi nutrienti, come le verdure, con una fonte di grassi sani, come noci o olio extravergine d’oliva. 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Riso integrale, Ceci, Feta e Cavolo Romano @fitinfood_it #ricettadelgiorno #nutrizione #alimentazionesana #prevenzione #piattounico #nutrizionista #healthyfood

Un post condiviso da Valentina Palladino (@dr_valentina_palladino) in data:

4.FAI UN BILANCIO POST-PASTO Potresti avere un’intolleranza (reale e cronica non momentanea) e non saperlo. Circa il 65% delle persone in tutto il mondo sono intolleranti al lattosio ad esempio. L’infiammazione che si crea a livello intestinale quando si assumono alimenti ai quali si è intolleranti può inibire l’assorbimento dei nutrienti a livello intestinale. Può aiutare a scoprirlo in un primo momento la valutazione personale post pasto contenete quel particolare alimento, se si avvertono dolori intestinali o eccessivo gonfiore si può pensare ad una intolleranza che deve essere però accertata con gli specifici test, in questo caso l’unico test valido per l’intolleranza al lattosio è il Breath test o Test del Respiro. Chiedi comunque sempre prima consiglio al tuo medico. 

5.“BEVI” I NUTRIENTI Di base non bisogna “bere” calorie liquide, ma ciò vale per le bevande zuccherate e gassate. Ok invece per gli estratti di frutta e verdura che sono un vero e proprio concertato di vitamine. 

6.PRENDITI CURA DEL TUO MICROBIOTA Il nostro intestino è popolato da miliardi di batteri che svolgono attività metaboliche e nutrizionali, hanno funzioni protettive e stimolano la risposta immunitaria di fronte all’attacco di agenti patogeni residenti o arrivati dall’esterno. Tutti i microrganismi dell’intestino, in parte autoctoni e in parte di origine ambientale, fanno parte del cosiddetto microbiota. Una dieta ricca ricca di zuccheri e grassi (animali prevalentemente) possono andare a modificare la composizione del microbiota rendendo il nostro intestino più esposto a malattie autoimmuni, mentre una dieta ricca di fibre provenienti da legumi, cereali integrali, verdure e frutta, assicura una varietà microbica essenziale per la protezione del nostro intestino dagli attacchi esterni.



Ricetta del giorno: colazione fit con la ricetta dei mini bagel

Che la colazione con cornetto e brioche sia un must delle abitudini alimentari degli italiani, è un fatto. Ma se vuoi optare per una colazione fit, sappi che c’è una valida alternativa, altrettanto gustosa e decisamente più sana. Ecco la ricetta dei mini bagel: dolci o salati, sono perfetti con marmellate fatte in casa o in alternativa per un pranzo veloce con avocado e salmone.

Ricetta del giorno: colazione fit con la ricetta dei mini bagel

  • Farina integrale 100 gr
  • Yogurt greco bianco 0% 130 gr
  • Un pizzico di sale
  • 6 gr di lievito
  • 1 albume per spennellare la superficie
  • Semi di chia per il topping

Come procedere

  • Unire in una ciotola la farina integrale, il lievito e un pizzico di sale
  • Una volta mescolati per bene, aggiungere lo yogurt bianco
  • Il composto ottenuto ha la stessa consistenza della pizza, quindi basta semplicemente dare la forma che più preferisci, in questo caso di bagel.
  • Aggiungere i semi di chia per il topping
  • In forno a 180 gradi per 25 minuti

Informazioni nutrizionali per 3 mini bagel

452 kcal
Carboidrati 77,9 gr di cui :

  • 4,3 gr zuccheri
  • 12,7 gr fibre

Proteine 31,2 gr
Grassi 4 gr di cui:

  •  0,4 saturi

 



Ricetta Cheesecake light alla pera

La cheesecake è un dolce che non può non piacere proprio per la presenza della crema di formaggio, che non è proprio l’alimento ideale per chi vuole seguire un certo tipo di alimentazione. Ecco che la  fitness kitchen di Irene sforna un’idea per gustare la cheesecake, senza perdere di vista i tuoi obiettivi fitness.
Macros 309 kcal 45c 23p 1f

Ingredienti Ricetta Cheesecake light alla pera

  • 2 tavolette di Weetabix (32gr)
  • 180 gr di yogurt greco magro 0% grassi
  • 1 pera (170 gr circa)
  • 2 cucchiai di sciroppo alla vaniglia zero calorie
  • 10 gr di vitafiber
  • 20 gr di acqua

Acquista su Amazon.it

Acquista su Amazon.it

Come procedere 
  • In un pentolino sciogliere il vitafiber nell’acqua e portare a bollore per qualche minuto.
  • Lasciare raffreddare fino a che prende una consistenza simile ad uno sciroppo.
  • Nel frattempo che raffredda, sbriciolare in una ciotola le tavolette di Weetabix, in un’altra ciotola mescolare lo yogurt con un cucchiaio di sciroppo alla vaniglia ed infine tagliare la pera a cubetti.
  • Quando lo sciroppo ottenuto con il vitafiber è freddo, mescolarlo insieme al Weetabix e formare una base uniforme e compatta sul fondo di una piccola teglia apribile ricoperta con la carta da forno.
  • Mettere in frigo 10/15 minuti poi aggiungere lo yogurt e la pera a cubetti. Rimettere in frigo per un’altra mezz’oretta (io l’ho preparato la sera prima…) aggiungere lo sciroppo alla vaniglia sopra la pera e buon appetito!



6 carboidrati per mantenersi in forma senza andare in palestra

Ripeti con noi: i carboidrati non sono il nemico. Infatti, i carboidrati sono una fonte importante di combustibile, non solo per mantenersi in forma a qualsiasi età, ma anche per tenere attivo  il cervello. Un’alimentazione priva di carboidrati costringe il tuo corpo a utilizzare i grassi come fonte di energia, e questo non è proprio l’ideale.

Pane e pasta, non vanno eliminati del tutto dall’alimentazione ma dovresti conoscere anche altri carboidrati Super Sani che ti forniscono la giusta energia, le fibre e sostanze nutritive importanti di cui hai bisogno. Questo concetto è valido anche se il tuo obiettivo è mantenersi in forma senza andare in palestra.  Leggi anche 7 motivi per provare la pasta Fibregold se vuoi mantenerti in forma e fai sport

Piselli
I piselli hanno proprietà anti-infiammatorie e antiossidanti incredibili. Contengono un composto organico naturale che si trova in sostanze fitochimiche che è noto per ridurre il rischio di cancro allo stomaco. Insieme ai carboidrati, permettono di fare il pieno di più di 7 gr. di fibre.

Fagioli neri
Due cose sappiamo dei fagioli: fanno bene al cuore e, beh, sì… sai già l’altra. Ma non è tutto: sono a basso contenuto di grassi, ma ricchi di fibre, antiossidanti, e contengono un gran numero di minerali come zinco, ferro, calcio e selenio. Oltre ad essere fortissimi in carboidrati. Detto questo, si tratta di carboidrati glicemico-compatibili, nel senso che si muovono attraverso il sistema digestivo lentamente e solo gradualmente aumentano i livelli di zucchero nel sangue, in modo da non farti scaricare l’energia subito.

Fiocchi d’avena
La maggior parte dei tuoi cibi preferiti per la colazione sono ad alto contenuto di carboidrati, e la farina d’avena non fa certo eccezione. In realtà, solo un singolo pacchetto di farina d’avena produce circa 19 gr. di carboidrati, insieme a quasi 3 gr. di fibre. E’ anche una delle fonti più note per abbassare il colesterolo. Uniscili alla fibre e alla dolcezza della frutta e otterrai un’ottima colazione e un godurioso snack pre e post allenamento.

Legging Lilybod clicca per acquistare – fonte Instagram modella @miahinton

Alimentazione sana, 6 abitudini da prendere

Qui ci sono 6 modi, semplici, veloci ed efficaci, per rendere la tua alimentazione sana senza rinunciare alle cose che, per gusto, ami di più.

Abbiamo imparato a conoscere bene i suggerimenti per cui per adottare abitudini alimentari sane, sarebbe meglio evitare i cibi trasformati, bandire l’alcol (o quantomeno concedersi un bicchiere di vino e bilanciarlo con i cibi adatti) ed evitare gli zuccheri.

Sicuramente è in nostro potere rendere pulita l’alimentazione seguendo semplici accorgimenti:

1. Acqua + Limone

L’aggiunta di una spruzzata di limone fresco all’acqua ha una moltitudine di vantaggi, tra cui il più semplice, ripulire l’organismo, combattere l’alito cattivo e prevenire infezioni del tratto urinario. Acqua e limone equivale significa anche una migliore idratazione. Inoltre, il limone è efficace per la salute del fegato perché stimola enzimi  più di qualsiasi altro cibo.

2. Lavare frutta e verdura

È un argomento spesso sentito, lavare la frutta e la verdura prima di mangiarle o per la preparazione dei pasti, ma quante volte non lo hai fatto? A quanto pare è molto peggio di quanto avessimo immaginato! Uno studio dell’ Environmental Working Group ha scoperto 11 diversi pesticidi sui  peperoni, oltre a trovare che la frutta e la verdura più contaminate sono quelle amate di più: fragole, mirtilli, mele, lattuga, peperoni e patate. Percio, lavale prima di mangiare!

3. Sostituire i condimenti per l’insalata con olio extravergine di oliva

Salse e condimenti per insalata contengono spesso ingredienti malsani e un sacco di grassi, e dal momento che le insalate sono una grande opportunità di lavorare e assumere alcuni grassi sani, cogli l’occasione per condirle sempre con olio extravergine d’oliva. La dicitura Extra Vergine è fondamentale: questo termine rappresenta la prima spremitura delle olive, ovvero un metodo di estrazione privo di sostanze chimiche. Combinalo con una spruzzata di limone per una combo dal gusto soddisfacente.

Ricetta millefoglie di chiacchiere al cacao e yogurt

4. Colazione nutriente subito dopo essersi alzati

Non si tratta solo di iniziare la giornata nel modo giusto. Mangiare una sana colazione come i fiocchi d’avena, 15/20 minuti dopo il risveglio, è essenziale per i livelli di zucchero nel sangue, per l’insulina e la salute. Se salti la colazione o aspetti troppo a lungo prima di mangiare il primo pasto della giornata, il livello di zucchero nel sangue sarà probabilmente a picco quando mangerai. Questo significa che è necessaria più insulina per riportarlo alla normalità.

5. Sostituisci la farina di grano bianco con farina di cocco

La farina di grano bianco contiene spesso conservanti e additivi non salutari come lo sciroppo di fruttosio, per non parlare del fatto che è carente di vitamine e minerali naturali. Sostituire la farina di grano con una sana alternativa, come la farina di cocco,è una buona fonte di proteine e fibre e con la sua naturale dolcezza richiede l’aggiunta di meno zucchero mel processo di preparazione del piatto.

6. Prova un servizio di ristorazione a domicilio

Se hai problemi a preparare e cucinare pasti sani regolarmente, per la pausa pranzo in ufficio ad esempio, prova un servizio di ristorazione a domicilio. Ormai tutti offrono alternative la possibilità di portare avanti il tuo piano di alimentazione sana. Il futuro è adesso, cogline tutti i benefici che ha da offrire e non restare ancorata alle vecchie abitudini alimentari!

Il gioco è fatto. Prova a incorporare  uno o più di questi suggerimenti nella tua routine quotidiana e ti accorgerai presto che ne starai raccogliendo i frutti e rendendo la tua alimentazione sana



10 cibi brucia grassi naturali

Se hai deciso di avvicinarti a uno stile di vita più sano, esistono 10 cibi brucia grassi naturali che dovresti proprio inserire nella tua alimentazione e che apportano benefici in termini di forma fisica.

10 cibi brucia grassi naturali

10 cibi brucia grassi naturali

Ecco i 10 cibi brucia grassi naturali

Tra i cibi brucia grassi - pompelmo

Tra i cibi brucia grassi – pompelmo

Pompelmo
Vuoi qualcosa che sia delizioso al gusto ed efficace per rimetterti in forma? Prova il pompelmo e mangiane mezzo prima dei pasti!

tra i cibi brucia grassi - broccoli

tra i cibi brucia grassi – broccoli

Broccoli/Cime di rapa
Il sulforafano è il componente che dobbiamo ringraziare: questo ingrediente produce un enzima che brucia i grassi. Soffriggi i broccoli con un po’ di scorza di limone e olio extra vergine d’oliva, aggiungi i pinoli per dare un tocco in più di sapore.

tra i cibi brucia grassi - avocado

tra i cibi brucia grassi – avocado

Avocado
I grassi monoinsaturi dell’avocado sono una delle fonti altamente raccomandate di grasso “buono”; aumenta la fluidità delle membrane, attiva gli ormoni brucia-grassi e spegne gli ormoni responsabili del deposito di grasso nel corpo. Mangiare questo genere di grassi sani porta anche a variazioni in positivo per l’umore, riduce i livelli di rabbia e irritabilità e dona più energia, che ti permetterà di affrontare la giornata lavorativa o di studio senza tralasciare l’attivita fisica.

tra i cibi brucia grassi - noci brasiliane

tra i cibi brucia grassi – noci brasiliane

Noci brasiliane
Le Noci del Brasile aumentano il metabolismo arricchendo il corpo di selenio, che trasforma l’ormone tiroideo nella sua forma attiva. Questi piccoli bruciatori di grassi liberano il corpo dalle tossine che altrimenti si accumulano sulle cellule adipose e contribuiscono alla cellulite.

10 cibi brucia grassi naturali

10 cibi brucia grassi naturali

Acqua purificata
Anche se l’acqua non è esattamente un alimento, è bene sapere che: uno studio tedesco ha scoperto che bere acqua, aumenta l’attività metabolica (che permette di bruciate calorie) del  nostro organismo del 30%. Bevi!

semi di chia - cibo brucia grassi naturale

semi di chia – cibo brucia grassi naturale

I semi di Chia
Gestisci il tuo appetito e attiva il metabolismo con acidi grassi Omega-3, fibre e proteine, nutrienti questi che trovi nei semi di chia. Metti i semi di chia nello yogurt insieme ai frutti di bosco o usali con i fiocchi d’avena, mela e cannella per una meravigliosa colazione.

cavolo - cibo brucia grassi naturale

cavolo – cibo brucia grassi naturale

Cavolo
È un alimento ricco di nutrienti, il cavolo aiuta a ridurre l’appetito, ed elimina le tossine dal corpo.  È facile includerlo nella tua alimentazione come contorno, o conbinandolo con le ricette alternative che ti proponiamo o insalate. Provalo!

salmone - cibo brucia grassi naturale

salmone – cibo brucia grassi naturale

Salmone

Il salmone naturale è una manna dal cielo per ritrovare la tua giusta forma. Gli acidi grassi Omega-3 fanno da combustibile, bruciano i grassi e bloccano il deposito di grasso localizzato nei tuoi punti critici. Oltre al fatto che è un pesce ricco di proteine che ti aiutano a costruire la massa muscolare magra. Più muscoli = più brucia-grassi = Corpo più tonico.

olio di cocco- cibo brucia grassi naturale

olio di cocco- cibo brucia grassi naturale

Olio di cocco

I trigliceridi dell’olio di cocco sono una fonte privilegiata di energia per il tuo corpo. Perché l’olio di cocco è composto quasi interamente di acidi grassi, ovvero acidi che con meno probabilità sono immagazzinati dal corpo come grasso. Ma ancora ancora, alcune ricerche individuano nell’olio di cocco la capacità di ridurre il girovita.

cannella – cibo brucia grassi naturale

Cannella

La cannella è una spezia che aiuta a spostare lo zucchero nelle cellule, per cui  l’insulina facilita la consegna del glucosio. È particolarmente efficace a combattere il grasso (difficile) sulla pancetta e sulle maniglie dell’amore.

peperoncino - tra i cibi brucia grassi

peperoncino – tra i cibi brucia grassi

Peperoncino

Accelera il metabolismo con l’aggiunta di peperoncini piccanti come jalapeño, habanero e Caienna ai tuoi pasti. Non solo questi peperoncini aggiungono spezie e sapori, ma aiutano a bruciare più calorie e ritrovare la linea più velocemente.

Acquista su Amazon.it

Bene, ora che sei in possesso di tutti questi suggerimenti, non ti resta che integrare i cibi alle tue abitudini alimentari, e la strada verso la forma fisica sarà più spianata.

Source: hbfit

Image Source Foto: Nataliya Arzamasova / Shutterstock, Muffet, Quanthem / Shutterstock, threelayercake, The Travelling Bum, Didriks, Ruth e Dave, ljguitar, avlxyz, joannawnuk / Shutterstock, trophygeek, timsackton



 

I migliori snack post allenamento. Uno per ogni workout.

La primavera riaccende le routine sane e pulite, per questo abbiamo pensato di scriverti alcuni consigli sugli snack post allenamento a seconda del tipo di workout che segui, per ricaricarti e ottenere risultati migliori.

In generale, che tu faccia yoga, allenamento di resistenza, corsi di barre, danza cardio o resistenza in esecuzione, devi essere certa che stai mangiando cibi che aiuteranno la riparazione delle fibre muscolari e la ricostituzione delle riserve di glicogeno (energia primaria dei muscoli) che si esauriscono dopo attività faticose. A tale scopo, non puoi rinunciare a proteine unite ad una fonte di carboidrati che il corpo converte rapidamente in energia.

Gli spuntini devono essere consumati 15-30 minuti dopo l’allenamento.

Qui trovi alcune match tra i migliori cibi post-workout!

Yoga

Acquista il top Blu Yoga Go Milano!
Yoga teacher @deb_gheller
Ph @danieleloni
Art director @simonadesi
Location @cityzenmilano .

  • Acqua d’acero (o di cocco) + 1/4 di tazza noci salate tostate.
  • Anche se l’acqua di cocco va per la maggiore, l’acqua d’acero inizia a metterci un po’ di sana competizione. Con metà dello zucchero rispetto l’acqua di cocco (solo 4g), e nutrienti come il manganese, ferro e calcio, l’acqua d’acero è un’opzione da 10 e lode per il reintegro di fluidi dopo una sessione di yoga che ti ha fatto sudare. La proteina e il sodio dalle noci salate ripristinano l’equilibrio dei liquidi e aiutano la riparazione del muscolo.

Per barre yoga e training di resistenza

  • uova sode + datteri
  • Le uova sono una delle fonti più ricche di leucina, responsabile della sintesi proteica nel muscolo, mentre gli zuccheri sani dei datteri ti danno un apporto energetico veloce. Fatti un favore e domenica sera metti a bollire un po’ di uova per averli già pronti in settimana.

Per una classe di ballo/cardio: 

  • 1 mela +  due cucchiai di burro di noci
  • La Vitamina C delle mele contribuisce a sostenere la cartilagine sana necessaria per l’assorbimento degli urti durante i salti, mentre il fruttosio aiuta a ripristinare le riserve di glicogeno. Se sei preoccupata su come conservare questo spuntino, trivi in commercio tanti Lunchbox, contenitori che rendono più facile il trasporto anche di alimenti più difficili.

Per corsa o sport di resistenza/ lunga distanza

Spartan Race. Atleta @Adele Vicinanza

  • Avocado toast e uva passa su pane di grano
  • Questo è il perfetto mix di carboidrati complessi (pane integrale), carboidrati semplici (uva passa) e grassi sani (avocado). Ti aiuteranno a mantenere la glicemia sotto controllo dopo un intenso allenamento. E gli avocado ricche di acidi grassi omega, contrastano il danno ossidativo causato dall’attività fisica.

E Tu hai già il tuo spuntino preferito post-workout?