5 modi non convenzionali di trattare i muscoli indolenziti

fitinhub
Seguici su

fitinhub

Squad - Fit In Hub at Fit In Hub
Portatrice sana di info su Fitness, Activewear, Ricette Alternative e Beauty
fitinhub
Seguici su

Dopo una faticosissima sessione di allenamento, senti spesso i muscoli indolenziti. Questo il più delle volte ti da soddisfazione, perchè ti porta a pensare di aver lavorato in maniera corretta, ma con l’andare del tempo l’indolenzimento prende il sopravvento ed ecco che devi prendere provvedimenti. Chiaramente per i casi cronici o di dolore, rivolgiti ad un professionista.

5 modi non convenzionali di trattare i muscoli indolenziti Indicati dalla rivista shape

Succo di ciliegie: ricco in antiossidanti tra i tanti benefici ha anche quello di trattare i muscoli indolenziti da un allenamento. Prova ad aggiungerne un po’ al tuo smoothie post workout.

Creatina. Tra gli integratori, quello maggiormente tenuto sotto osservazione. Ha dimostrato essere utili nell’alleviare il dolore da muscoli indolenziti successivamente ad un’intensa attività di sollevamento pesi. La creatina è un amminoacido che dirige l’energia verso le cellule, in particolare quelle muscolari, supportandone la costruzione e la riparazione. La creatina è presente in alcuni cibi come la carne di manzo, merluzzo, salmone, tonno, gamberi, ma con la cottura dei cibi viene parzialmente persa.

Sale di Epsom. Il magnesio è la prima componente di questo sale, fondamentale per mantenere i tuoi muscoli sani e rilassato. Il sale, quando aggiunto ad un bagno caldo, è assorbito dalla pelle ed è più efficace di un supplemento ingerito per via orale.

Caffèina. Secondo uno studio dell’università della Georgia assumere caffeina, circa due tazze, aiuta a ridurre l’indolenzimento muscolare nelle donne dopo un allenamento molto intenso. Attenta però a non strafare, troppa caffeina può provocare spasmi muscolari e disidratazione.

Utilizzare un foam roller. Economico e facile da usare, chi lo utilizza si dice entusiasta. Si fonda sulla tecnica del rilascio miofasciale, ovvero effettua una pressione in determinati punti per prevenire il danneggiamento del tessuto muscolare. Vacci piano le prime volte che lo usi, perchè inizialmente può risultare un po’ doloroso, finché non impari a dosare la pressione da utilizzare.