Brufoli sul viso. Come eliminare l’acne ormonale

fitinhub
Seguici su

fitinhub

Squad - Fit In Hub at Fit In Hub
Portatrice sana di info su Fitness, Activewear, Ricette Alternative e Beauty
fitinhub
Seguici su

47 o 17 anni, maschio o femmina, almeno una volta al mese può capitare di soffrire di brufoli sul viso. La ragione per cui tornano è frustrante e molto semplice: si tratta di un problema ormonale. L’unico modo per mantenere la pelle pulita ed eliminare l’ acne a lungo termine è quella di curare costantemente la nostra pelle. Con i prodotti e degli accorgimenti giusti, quelli proprio che fanno una seria differenza.

Sono gli ormoni?

A causa di batteri che vivono sulla nostra pelle, l’acne riguarda tutti noi, e si verifica quando gli ormoni producono olio in eccesso. Le cellule morte della pelle, la sporcizia, lo stress possono causare una ulteriore produzione di petrolio, irritando il tutto. Sei una tipica persona con acne ormonale, quando sei fuori dalla pubertà e ti escono brufoletti di solito nella zona della mascella.

maschera-per-il-viso

Qualunque sia il caso, e qualunque trattamento si sceglie, una routine costante è la chiave!

Brufoli sul viso: Come eliminare l’acne ormonale

Routine di cura
Trova una tua routine a cui restare fedele: detergente, peeling delicato, e un prodotto per trattarla ogni giorno. Passare da un prodotto all’altro, o utilizzarli sporadicamente non serve a nulla. L’acne ha bisogno dhe tu gli dedichi del tempo, sono solo pochi minuti,

Gli ingredienti
L’acido salicilico: -a.k.a. corteccia di salice – leviga via le cellule morte della pelle che ostruiscono i pori, riduce l’infiammazione e ha un effetto antibatterico delicato sui batteri dell’acne. Funziona in combinazione con preparati al perossido di benzoile che colpiscono i batteri dell’acne con maggiore forza. Il perossido di benzoile se secca troppo la pelle, prova l’olio dell’albero del tè.

Retinolo o vitamina A: Hanno effetto leggermente antibatterico. Il retinolo è perfetto in caso di acne e come trattamenti di invecchiamento. Non sottovalutare anche il potere della vitamina C che può anche trattare i pori ed esfoliare.

Argilla: soprattutto sotto forma di maschere durante la notte o come trattamento spot-è in grado di trattare l’olio, le cellule morte della pelle e combattere i batteri.

Toner a base di alcool: spesso lasciano la pelle troppo umida e possono causare la produzione eccessiva di olio. Tampona invece la pelle con amamelide o toner non-alcol che servono come un esfoliante delicato, per disostruire i pori e agevolare l’efficacia della crema che userai dopo. Leggi anche: come fare il tonico all’acqua di rose

tonico

Cosa (non) per mangiare
Sono tante le teorie sull’alimentazione e l’acne. Ma dagli ultimi studi, latte e gli alimenti ad alto indice glicemico sembrano giocare un ruolo importante. Le diete ad alto livello di zuccheri sono note per alimentare i batteri; qualsiasi dieta che aumenta l’infiammazione complessiva nell’organismo gioca indubbiamente una parte. Opta per un’alimentazione a basso contenuto di carboidrati, ricca di vegetali.

La soluzione è il Dermatologo
Se proprio le hai provate tutte, fissare un appuntamento da un dermatologo potrà valere la pena. Ci sono molti livelli di cura: la prescrizione di retinoidi (Retin A, Tazorac, Differin et al) e / o antibiotici topici, insieme a trattamenti  come Isolaze. I laser leggeri in grado di cancellare i pori e trattare le zone rossi o le macchie scure lasciate da vecchie lesioni da acne. Gli antibiotici orali rappresentano una (a lungo termine e non sostenibile) soluzione più aggressiva; la pillola anticoncezionale e farmaci ormonali possono servire nei casi più gravi.

La maggior parte delle situazioni sono per fortuna molto meno terribili e possono essere trattate con un regime di cura della pelle stabile e costante. Prenditi cura di te, davvero!

Source: goop