7 strategie mentali per mangiare sano in ogni occasione

Corpo e mente vanno di pari passo, senza l’una non va l’altra. A volte il più grande ostacolo alla forma fisica è la nostra mente e i pensieri che ci ronzano in testa sul cibo. Proviamo a mantenere la linea e semmai perdere qualche chilo, evitando di restare incastrate nei nostri stessi pensieri, e non ci permettono di mangiare sano.
Pensa a quanto spesso mangi cibo che nemmeno vuoi veramente: il biscotto o il cioccolatino con il caffè; il bis che hai accettato per gentilezza; un piatto ipercalorico solo perché eri nervosa. Il problema con queste razionalizzazioni è che possono portarti ad avere col tempo qualche chilo di troppo. Ecco ciò che più comunemente pensiamo sul cibo e i semplici cambi di atteggiamento che ti aiuteranno a controllarti.

mangiare-sano1

E’gratis!
LA LOGICA: Quando c’è del cibo in palio, tendiamo a farci prendere la mano.
Omaggi, campioni al mercato, ciambelle alla riunione del mattino, buffet aperti all’aperitivo possono costarti caro. Oltre le calorie in più, la ricerca mostra che è molto probabile che percepirai quel cibo gratuito come meno. Inoltre, è improbabile compensare le calorie supplementari mangiando meno il resto della giornata. Nel cervello, il cibo gratis, non è codificato come un pasto, ma come una sorpresa che non rientra nel nostro apporto calorico giornaliero. Quindi, anche se il quello che stiamo mangiando è piuttosto mediocre, per qualche strano motivo…continuiamo a mangiarlo!
Cambia direzione: Di fronte a un invito allettante di assaggiare cibo, chiediti: “Se non fosse stato gratis, mi sarei mai fermata a comprarlo? Tutto ciò che non vale la pena di spendere con i tuoi sudati euro, non vale nemmeno i chiletti in più.

Lasciare il cibo nel piatto
LA LOGICA: non va si fa per l’economia domestica!
È un messaggio che sentiamo da tutta la vita: non sprecare buon cibo quando ci sono bambini che muoiono di fame in Africa! Ma continuare a mordicchiare un bigmac di gomma, o un formaggio fuso ormai freddo e “plasticoso”, non aiuta nessuno. Né mangiare l’intera confezione di yogurt senza grassi che hai acquistato, ma che hai odiato dopo il primo morso.
Cambia direzione: non sentirti in colpa se ti sbarazzi di cibo extra. Mangiare più di ciò che il corpo ha bisogno conta tanto quanto sprecare cibo – nel momento in cui viene scaricato nelle cellule adipose al posto del bidone della spazzatura. Prova a non cucinare in più, ma solo per le porzioni necessarie.

Occasioni speciali
LA LOGICA: Va bene indulgere in ristoranti e feste fino a quando si mangia sano a casa. Le occasioni speciali su sentono come un momento di relax, divertente e senza le regole. Il problema è che, quando hai occasioni ogni giorno – che si tratti di una festa di compleanno, il pranzo, evento di famiglia, happy hour, o una cena di lavoro – tali occasioni non possono essere più considerate “speciali”.
Cambia direzione: Approccia la giornata con gli stessi obiettivi nutrizionali di sempre, sia che mangi a casa o  a cena fuori. Uno studio ha rivelato che le persone con questa mentalità hanno una volta e mezzo in più la probabilità di mantenere il loro peso. Il trucco è di ricordare che non è mai la tua ultima possibilità di “peccare” – il buon cibo è sempre a portata di mano. Ordina un piatto golosissimo un giorno e quel favoloso dolce la prossima volta.
Non resisti ad ordinare tutti i tuoi preferiti ogni volta? Osserva la tua alimentazione quotidiana, se mangi sempre cibo poco invitante (come cene surgelate, barrette energetiche, e insalatone), non c’è da meravigliarsi che dopo un po’ vai fuori di testa. Sostituisci alcuni pasti con cibo vero – prendi una lezione di cucina healthy, acquista un nuovo libro di cucina, fai un viaggio in un negozio di gourmet o leggi Fit in Hub. 🙂 inserire un elemento nutriente, ma sapido ad ogni pasto, come il formaggio artigianale o fondente, può farti sentire meno in dovere di “farlo finché puoi” in ristoranti e feste.

mangiare-sano3

Affari per risparmiare sulla spesa
LA LOGICA: Certo, prendo la maxi taglia al supermercato o faccio le scorte perché viene solo 25 centesimi in più!
Chiamatelo “effetto Costco”: un oggetto che non vuoi particolarmente ma che diventa indispensabile, attraente e quando puoi averne il doppio per la metà del prezzo. Purtroppo,questo significherebbe va calorie e grassi X2.
Cambia direzione adotta un atteggiamento “pago di meno, sono in forma meno”. Scegliendo il pacchetto più piccolo, spenderesti comunque di meno e risparmierai centinaia di calorie.
Questo concetto funziona nei ristoranti: ordina metà antipasto, anche se devi pagare il prezzo pieno. Non stai sprecando soldi; il pasto costa lo stesso in entrambi i casi. Stai semplicemente scegliendo di acquistare un minor numero di calorie con i tuoi soldi.

Non è divertente senza cibo
La logica: i film non sono solo la stessa cosa senza una scatola formato famiglia di Patatine o po corn. È sorprendente come molte attività vadano in coppia con il cibo – caramelle al cinema, margaritas all’appuntamento, caffè e ciambelle durante la lettura del quotidiano la Domenica. Diventa una risposta pavloviana classica. “Quando si combina un certo passatempo più e più volte con il mangiare, alla fine si interrompe l’ascolto della fame o della pienezzae e con il cibo mettiamo il pilota automatico ogni volta che ci impegniamo in quella attività,” dice Tara Gidus, RD della American Dietetic Association di Orlando, Florida.
Cambia direzione: elimina le associazioni cibo /divertimento alterano la tua routine. Se il rituale della sera è un gelato o una cosa dolce avanti la TV, rilassati invece con un libro o una telefonata alla tua amica. ”
Solo il cambio di stanza, o di sedia o poltrona può aiutare a rompere quello schema.

Me lo merito
LA LOGICA: con la giornata che ho avuto, il mondo mi deve un’abbuffata di pizza.
Il cibo è un modo molto semplice per nutrire e premiare te stessa. Il cibo è gratificazione, dice Rick Tempio, psicologo che tratta i disturbi del comportamento alimentare presso la University of South Florida Counseling Center di Tampa. Il problema è che raramente nutriamo la nostra “anima” con broccoli: uno studio ha trovato che quando la voglia di mangiare è innescata dalle emozioni, piuttosto che dal vedere o odorare il cibo, si è meno propensi a prendere il suo valore nutrizionale in considerazione.
Cambia direzione: Riconosci le tue vere esigenze, non solo quelle legate al bisogno di una gratificazione immediata. Sì, è vero, mi merito una coppa di gelato, ma cmi merito anche delle cosce più tornite o il colesterolo alto? Avanti, prendi carta e penna e fai una lista di 10 cose commestibili che ti fanno sentire ricompensata, o confortata, o viziata. Ora scegline uno. Chiama la tua migliore amico, fatti coccolare da un animale domestico, o dal tuo compagno – sono cose queste che ti possiamo garantire saranno più soddisfacenti del cibo.

Commenta su Facebook
fitinhub
Seguici su

fitinhub

Squad - Fit In Hub at Fit In Hub
Portatrice sana di info su Fitness, Activewear, Ricette Alternative e Beauty
fitinhub
Seguici su