8 elementi per un allenamento perfetto

,

Sebbene non esista in realtà l’allenamento perfetto, è possibile combinare una serie di principi che permettono di dare vita ad un allenamento che porta all’ottimizzazione dei movimenti per ottenere i risultati.

stretching

8 elementi per un allenamento perfetto

1. Prenditi cura dei tuoi tessuti. inizia l’allenamento utilizzando un foam roller, oppure una palla da yoga in maniera tale da sciogliere determinati punti, migliorare la qualità dei tessuti e massimizzare il flusso sanguigno

2. Riscaldati per bene. Un riscaldamento dinamico (rispetto a quello statico o cardio) come una camminata sui talloni o l’esecuzione dell’inchwarm, preparano meglio il tuo corpo per un workout aumentando la temperatura interna, lubrificando le articolazioni e preparando il sistema nervoso centrale per gli esercizi  che stai per eseguire.

3. Attiva il tuoi addominali. Eseguire esercizi come plank o bridges nella fase iniziale del tuo allenamento (subito dopo il riscaldamento) può aiutarti ad attivare gli addominali, in modo tale da supportare la schiena durante l’allenamento.

4. Scegli movimenti che coinvolgano tutte le articolazioni. Inserisci nel tuo allenamento dei movimenti che coinvolgono la parte superiore e inferiore del corpo e possibilmente più di un’articolazione alla volta. Non solo questi esercizi sono più efficaci, ma sono anche più funzionali visto che i movimenti naturali del corpo, raramente coinvolgono un’articolazione alla volta.

5. Muoviti su ogni piano. Cerca di far lavorare i muscoli da qualsiasi tipo di angolatura, creando una sinergia in modo tale da non creare disequilibri nel corpo.

lavora su tutti i piani

6. Tirare piuttosto che spingere. Molti di noi hanno bisogno di maggiore allungamento nella parte frontale del corpo e più rinforzo sulla schiena. Una proporzione di 2:1 dal tirare allo spingere può aiutare nel miglioramento della postura, nel ridurre il rischio di farsi male e nella costituzione di un corpo più equilibrato.

7. Pesante, medio e leggero. Stabilisci un giorno per esercizi pesanti con poche ripetizioni (8 o meno), uno giorno per esercizi da carichi medi ( 8 – 12 ripetizioni) e un giorno di pesi leggeri con alto numero di ripetizioni (12 -20). Variare nelle ripetizioni supporta l’allenamento di muscoli diversi.

8.Fai stretching. Prenditi il tempo alla fine dell’allenamento quando i muscoli sono attivi e ricettivi, per eseguire uno stretching lento e sostenuto. In questa maniera aiuterai i muscoli ad adattarsi alla loro lunghezza ottimale e a ridurre la tensione

Source: furthermore.com





fitinhub
Seguici su

fitinhub

Squad - Fit In Hub at Fit In Hub
Portatrice sana di info su Fitness, Activewear, Ricette Alternative e Beauty
fitinhub
Seguici su