La bibbia del jet lag: dopo il volo – III parte

La bibbia del jet lag: dopo il volo
fitinhub
Seguici su

fitinhub

Squad - Fit In Hub at Fit In Hub
Portatrice sana di info su Fitness, Activewear, Ricette Alternative e Beauty
fitinhub
Seguici su

La bibbia del jet lag: dopo il volo. Siamo giunti alla conclusione con il nostro terzo post su come affrontare il jet lag, per capire quali sono i metodi per aiutare a prevenire, gestire e recuperare voli in aereo molto lunghi e goderti il prima possibile la tua vacanza o il viaggio di lavoro. Quindi, cosa fare appena atterrati?

come affrontare il jel lag quando arrivi

come affrontare il jel lag quando arrivi

1. Quando arrivi:

Cerca la luce del sole. Può essere difficile, se sei stanco; ma se arrivi a mezzogiorno, resisti alla tentazione di fermarti. La luce è il segnale al cervello che aiuta a impostare il sonno e la veglia. La cosa migliore da fare è esporsi al sole il più possibile durante le ore di luce nel nuovo fuso orario.

esponiti al sole per rimediare al jet lag

esponiti al sole per rimediare al jet lag

2. Mantieni il tuo programma di allenamento.

cibo e jet lag, cosa preferire

cibo e jet lag, cosa preferire

Se sei stato seduto per tante ore, per ridurre il jet lag può aiutare a sentirti  meglio fare degli esercizi per il pompaggio del sangue. Invia più segnali al tuo orologio circadiano allenandoti normalmente. Se di solito fai workout alle 7:00 del mattino, fallo alle 7:00 del mattino ora locale.

3. Mangia ai tuoi soliti orari dei pasti

I ricercatori di Harvard ritengono che il cibo può inviare segnali al corpo che incide sui ritmi circadiani, quindi cerca di pianificare il tuo pasto normalmente, così come avresti fatto a casa. Se di solito ceni alle 20:00, prova a mangiare alle 20:00 anche ad Hong Kong.

4. Continua  a prendere melatonina.

Dopo l’atterraggio, la melatonina può aiutare a tornare in pista. Può accelerare l’adeguamento del ritmo circadiano. Prendila  un’ora prima di andare a dormire per tre notti consecutive dopo l’atterraggio. Ci sono fonti naturali di melatonina, come pomodori, olive, orzo, riso e noci, anche se gli integratori concentrati sono significativamente più efficaci. Anche diverse varietà di vino hanno livelli di melatonina: ad esempio il Nebbiolo è superiore al Cabernet Franc. Puoi optare anche per alimenti che contengono triptofano, un aminoacido che favorisce il sonno (soprattutto se associato alla melatonina). Parliamo di: tacchino, manzo, merluzzo, e alcune fonti vegetali come gli asparagi e i fagioli di soia.

Leggi anche: la bibbia del jet lag, pre partenza

furthermore.equinox