Mangiare e allenarsi bene? Ascolta le tue forme

Mangiare e allenarsi bene: ascolta le tue forme. Il miglio modo di ottenere il corpo che desideri, è quello di ascoltare quello che hai. Conoscere la tipologia di corpo che si possiede, permette di individuare il giusto piano alimentare e tipo di allenamento.

mangiare ed allenarsi bene

Di seguito, trovi delle linee guida da prendere come spunto o punto di partenza.

Mangiare ed allenarsi bene: ascolta le tue forme

 

Forma a grissino

In genere questa tipologia è caratterizzata da un corpo filiforme dove non c’è una vera differenza in termini di larghezza su spalle, fianchi e vita. Quando si mette su un po’ di peso, è generalmente nella parte centrale del corpo, mettendo a rischio il cuore e spianando la strada per il diabete, dice la dottoressa Marie Savard, MD e contributor della ABC news.

forma del corpo a grissino

Alimentazione: Il piano alimentare dovrebbe includere grassi buoni che riducono il rischio di problemi cardiovascolari, afferma la nutrizionista Neva Cochran, come quelli derivati dal pesce, olio d’oliva, noci, proteine magre, e carboidrati complessi come frutta, verdure e fagioli.

Allenamento: un’allenamento di rinforzamento muscolare è l’ideale per creare curve e definire i muscoli, afferma la dottoressa Lisa Dorfman. Due sessioni di rinforzamento muscolare a settimana che includono carichi pesanti e poche ripetizioni, che aiutano a tonificare l’intero corpo. Inoltre vanno aggiunte delle sessioni di cardio a media intensità per tenere allenato il cuore e aumentare la resistenza.

Forma a pera

Generalmente questa tipologia di corpo si identifica con spalle strette e fianchi larghi, tendendo ad accumulare grasso su fianchi, interno cosce e sedere. La sfida più grande per questa tipologia è perdere peso. “ Quando si perde peso, lo si fa prima nella parte centrale del corpo, per chi tende a mettere peso sull’addome. Invece la parte inferiore è più complicata da modellare” secondo il Dr. Savard.

forma del corpo a pera

Alcune ricerche sostengono che il grasso presente sul sedere e l’interno cosce sia così difficile da smaltire perchè rappresenta il “carico di energie” necessario durante il parto e l’allattamento.

Se invece si parla di salute, la tipologia a pera è decisamente fortunata: secondo gli scienziati, infatti, il grasso presente sui fianchi e il sedere riduce la resistenza all’insulina e aumenta i livelli di colesterolo buono. “C’è ancora molto da imparare sul fatto che il grasso accumulato nella forma a pera abbia una sorta di effetto protettivo contro malattie croniche, ma è un dato di fatto” dice il Dr Savard.

Alimentazione: Il piano alimentare dovrebbe limitare i grassi e puntare principalmente su carboidrati complessi, cereali integrali lenticchie, fagioli, proteine magre, come pesce e pollo, con aggiunta i frutta e verdura per liberarsi del peso in eccesso.

Allenamento: Focalizzati principalmente su attività aerobiche come corsa o spinning, che ti permettono di far lavorare la parte bassa del corpo e bruciare molte calorie. 30 minuti di cardio per 3 volte a settimana unite a due sessioni di rinforzamento muscolare per creare un giusto equilibrio tra parte inferiore e superiore del corpo.

Forma a mela

In genere questa tipologia è caratterizzata dall’accumulo di grasso sull’addome, ma con una parte inferiore del corpo più snella. Come abbiamo già detto prima, è più facile smaltire peso in eccesso quando si accumula sull’addome. E’ anche vero, però, che con l’accumulo di grasso sull’addome si è più a rischio di problemi cardiaci, diabete e cancro al seno. Questo perchè il grasso viscerale, che circonda i reni, pancreas e fegato, fa si che i livelli di zucchero aumentino mentre allo stesso tempo crea una resistenza all’insulina e infiammazione. In altre parole, il corpo possiede una grande quantità di zucchero che non è in grado di smaltire.

forma del corpo a mela

La buona notizia però è che i rischi gravi possono essere ridotti esponenzialmente liberandosi di pochi centimetri sul giro vita alla volta.

Alimentazione: il piano alimentare, in questo caso, dovrebbe prevedere una maggiore presenza di grassi buoni e limitare i carboidrati. Noci, avocado, olio d’oliva, possono ridurre le infiammazioni, e aumentare la capacità del corpo di bruciare grassi. I carboidrati, perfino quelli integrali, aumentano il livello di insulina nel corpo. Detto questo i carboidrati da prediligere, sono quelli ricchi di fibre, carboidrati complessi, fagioli, frutta e verdure.

Allenamento: è importantissimo tenere attivo il metabolismo e aumentare le calorie bruciate. Fare solo crunch, aiuta nella costruzione di un apparato muscolare forte, ma non risolve il problema del grasso in eccesso sull’addome. Importante quindi fare cardio 3 sessioni da 40 minuti 3 volte a settimana – corsa, spinning e nuoto – per mettere su massa magra nella parte bassa del corpo e rendere il tutto più equilibrato. Due volte a settimana fare del rinforzamento muscolare per restringere la vita e bruciare il grasso in eccesso.

Source: shape.com





fitinhub
Seguici su

fitinhub

Squad - Fit In Hub at Fit In Hub
Portatrice sana di info su Fitness, Activewear, Ricette Alternative e Beauty
fitinhub
Seguici su