Prendersi una pausa, creatività e persistenza

Prendersi una pausa è parte integrante della nostra cultura creativa e numerosi esperti affermano che prendersi un pausa può rinvigorire la nostra  creatività, soprattutto in ambito sportivo come nel caso di una corsa o in giro per trails senza GPS . Ma a seconda della natura del computo da svolgere, la cosa migliore da fare secondo uno studio della Northwestern’s Kellogg School of Management, è importante più che prendere una pausa individuare degli step di fatica.

“Il punto è che molte persone hanno delle idee che abbandonano prematuramente, avendo la sensazione di aver esaurito il processo creativo” dice Loran Nordgren, un professore associato della Kellogg.

Processo Creativo - meggieontherocks.com

Processo Creativo – meggieontherocks.com

Nell’esperimento è stato chiesto ai partecipanti di tirare fuori delle idee creative in due brevi intervalli tra 5 e 10 minuti, a seconda delle attività. Dopo il primo intervallo è stato chiesto ai partecipanti di fare una previsione sul numero di idee che sarebbero state generate durante il secondo intervallo. L’obiettivo della domanda  era quello di comparare il numero di idee generate nel secondo intervallo e la previsione. L’esperimento ha mostrato come 24 studenti nel pensare a delle soluzioni creative per il giorno del ringraziamento, hanno predetto di riuscire a generare altre 10 idee durante il secondo intervallo. Indovinate: alla fine del secondo intervallo sono riusciti a pensare a 15 possibili soluzioni tutte più creative di quelle generate nella prima sessione.

In seguito sono stati analizzati altri gruppi che hanno dato seguito ai risultati sopra descritti, rilevando la stretta correlazione tra persistenza e processi creativi, ovvero di quanto la persistenza sia molto più importante nei processi creativi che in quelli non creativi. Questo accade perchè la creatività non è un processo lineare. Non si è mai abbastanza sicuri di quanto si è vicini al risultato finale desiderato, della quantità di progressi che si stanno facendo.

Persistenza - theberry.com

Persistenza – theberry.com

Durante il processo non creativo, Nordgren sostiene che il senso della persistenza sia molto più marcato. Del resto se si riescono a risolvere 8 equazioni in un intervallo specifico di tempo, non c’è motivo di pensare che non se ne possano risolvere altrettante in uno stesso intervallo di tempo successo. Viceversa in un processo creativo, le persone tendono a pensare di aver esaurito il compito e non persistono nel cercare ulteriori soluzioni”

Il punto di tutto questo è uno solo: se raggiungi un punto nel quale ti senti bloccato, ignora quella sensazione e vai avanti. Si tratta di una sensazione non reale e non dovresti starla a sentire.

Prendersi una pausa in realtà ha un senso quando si tratta di guardare ad un progetto molto complesso a lungo termine e si è alla ricerca di una chiave di lettura che sblocchi alcuni passaggi. In sintesi, la ricerca non vuole suggerire di ammalarsi di lavoro, semplicemente di lavorare in maniera più intensa in un certo tipo di circostanze che richiedono una soluzione creativa nel breve medio termine. Se provi a metterti alla prova da questo punto di vista, ne rimarrai piacevolmente sorpreso dai risultati che potrai raggiungere.

Source: Inc.com

Commenta su Facebook
fitinhub
Seguici su

fitinhub

Squad - Fit In Hub at Fit In Hub
Portatrice sana di info su Fitness, Activewear, Ricette Alternative e Beauty
fitinhub
Seguici su